dalla Home

Test

pubblicato il 6 dicembre 2015

Dossier #perchécomprarlaclassic

BMW M3 E30 (1988), perché comprarla... Classic [VIDEO]

Tra le sportive più rappresentative di sempre, un'icona firmata BMW! Pronti a scatenare l'S14?

Galleria fotografica - BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3Galleria fotografica - BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3
  • BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 1
  • BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 2
  • BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 3
  • BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 4
  • BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 5
  • BMW M3 E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 6

Una lettera e un numero, non serve altro per descriverla. La M3 è una delle sportive più rappresentative di sempre, non solo parlando dell'universo BMW Motorsport. Nata nel 1985, debuttò al Mugello nel 1986 e da subito fu chiaro che avrebbe trionfato nelle corse e i successi non tardarono ad arrivare. Roberto Ravaglia la portò alla vittoria nel campionato turismo già nel 1987 e per l'M3 e30 iniziarono a piovere vittorie tra DTM, gare di durata, Rally e cronoscalate. Con un tale palmares BMW presentò nel versioni celebrative e aggiornamenti che negli anni portarono la potenza dai 195/200 CV iniziali ai 238 della Sport Evolution, passando per i 215 del restyling e i 220 della Evolution (nota anche come Evo 2), senza considerare la Cabrio e la 320is nota come la M3 italiana. Andrea non ha resistito al fascino di questa tedesca di razza, ed ecco perchè in questo #perchécomprarlaclassic ha provato una raffinata M3 Evolution tra i cordoli dell'Autodromo di Modena. Pronti a scatenarvi in pista?

Pregi e difetti

Una sportiva pura, specialistica, ma non per questo poco affidabile. L'incredibile motore aspirato a quattro cilindri da 2,3 litri, noto con la sigla S14, è un concentrato di tecnologia, leggerezza e prestazioni, un mix che ha portato l'M3 a dominare tra le Gruppo A, ma anche a regalari grandi soddisfazioni nelle sue versioni stradali. Anche nella guida "tranquilla" infatti, l'attenta distribuzione dei pesi e una meccanica molto raffinata - compreso il cambio getrag a 5 rapporti, con la prima in bassoitica questa BMW, indipendentemente dalla versione scelta, compresa la 320is da 192 CV. Per tutte però negli anni emersero alcuni componenti, come cambio e pompa frizione, che è meglio tenere d'occhio che conoscerete nel dettaglio gustandovi il nostro video, mentre solo di recente è entrato a far parte della lista-difetti il prezzo!

Quale scegliere?

La storia della BMW M3 è ricca di modelli fantastici, ma la M3 e30 è davvero a un livello superiore. E se ne sono accorti in parecchi, specie negli ultimi anni, dato che le quotazioni di una normale "M" sono decollate pasando dai circa 8-10 mila euro di qualche anno fa, fino ad arrivare ai 25-30 per una prima serie. Se invece si punta alle EVO, i prezzi possono arrivare anche a 70-80 mila euro, superando abbondantemente i 100 mila per la più estrema Sport Evolution. Volendo invece gidere della meccanica della M3 ma con cilindrata ridotta e assetto meno raffinato, con 10-15 mila euro potete mettervi in garage una 320is, l'M3 italiana.

 

[Si ringraziano LaCuraDellAuto.it e Gulfblue.it

 

 

Galleria fotografica - BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3Galleria fotografica - BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3
  • BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 1
  • BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 2
  • BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 3
  • BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 4
  • BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 5
  • BMW 320is E30 - 40 anni di Serie 3 - anteprima 6

Autore:

Tag: Test , Bmw , auto europee , auto storiche


Top