dalla Home

Motorsport

pubblicato il 23 agosto 2007

Si è conclusa la Transsyberia 2007

Tognana e Cassina secondi assoluti dopo 6.600 km di Rallye

Si è conclusa la Transsyberia 2007
Galleria fotografica - Transsyberia 2007Galleria fotografica - Transsyberia 2007
  • Transsyberia 2007 - anteprima 1
  • Transsyberia 2007 - anteprima 2
  • Transsyberia 2007 - anteprima 3
  • Transsyberia 2007 - anteprima 4
  • Transsyberia 2007 - anteprima 5
  • Transsyberia 2007 - anteprima 6

Solo 33 dei 70 equipaggi iscritti al Transsyberia Rallye 2007, partiti il 2 agosto scorso dalla piazza Rossa di Mosca, sono riusciti a raggiungere Ulaanbaatar, capitale della Mongolia, dopo aver attraversato ogni sorta di ostacolo e viaggiato con le sole coordinate geografiche per oltre 6.600 chilometri.

All'evento internazionale erano iscritte due Cayenne S Transsyberia italiane: quella di Porsche Italia che era condotta da due rallisti, il pilota trevigiano Antonio "Tonino" Tognana e il co-driver Carlo Cassina, e quella del Centro Porsche Brescia che era condotta da Biagio Capolupo navigato da Angelo Lancelotti. Il terzo italiano, il bolzanino Norbert Lutteri, era invece navigatore della Cayenne S iscritta dal Qatar.

La coppia Tognana-Cassina è giunta seconda assoluta con un distacco di 17 minuti dai vincitori (gli americani Rod Millen e Richard Kelsey) dovuto, fra l'altro, ad una foratura subita dalla loro Cayenne proprio mentre stavano per superare il team americano nella penultima prova speciale. Nobert Lutteri in coppia con Adel Abdulla è giunto invece terzo assoluto. Da notare che proprio nell'ultima prova speciale da Els Mongol a Ulaanbaatar, i team giunti al secondo e terzo posto si sono reciprocamente supportati per superare alcuni guadi davvero difficili.

Il team bresciano Capolupo-Lancelotti è riuscito a completare la gara dopo una serie di forature sui tratti rocciosi e si è classificato al 29° posto della classifica assoluta.

Autore: Redazione

Tag: Motorsport , Porsche , rally


Top