dalla Home

Home » Argomenti » Flotte aziendali

pubblicato il 2 dicembre 2015

Auto aziendale, sempre decisiva per il mercato auto

La domanda di vetture nuove cresce del 23,5% rispetto allo scorso anno, il noleggio segna + 35,7%

Auto aziendale, sempre decisiva per il mercato auto

Ottime news per il mercato auto in Italia. Un giorno lavorativo in più nel mese di novembre spinge la domanda di auto nuove a 134.021 unità con una crescita del 23,5% rispetto al novembre dello scorso anno. Negli undici mesi, le vetture vendute hanno evidenziato un incremento del 15,5% con 1.464.747 immatricolazioni, consolidando la proiezione di una crescita a fine anno di oltre 200.000 unità rispetto al 2014, a circa 1.570.000 auto vendute. E l’auto aziendale recita una parte fondamentale, come evidenzia l’Unrae (Unione Case estere): “Abbiamo assistito a una crescita del noleggio per l’evento Expo, certamente irripetibile, ma è venuta a mancare la parte più importante della domanda spontanea, quella dei privati che è in ripresa solo da questa primavera, grazie alle poderose azioni commerciali delle Case con le loro reti di vendita, e che ancora rappresenta solo il 63% delle vendite realizzate nelle nostre concessionarie”.

Noleggio decisivo a novembre

L’analisi della struttura del mercato di novembre indica un andamento degli acquisti dei privati in linea con il mercato. La crescita del 25,1% dei volumi consente un incremento di quasi un punto di quota, che raggiunge il 65,1% nel mese, mentre nel cumulato le immatricolazioni aumentano del 17,9%, con una quota pari al 63,5% del totale mercato. Ancora molto forte la spinta del noleggio che in novembre segna un incremento del 35,7% ed una rappresentatività del 16,8%. Una forte spinta deriva sia dal breve sia dal lungo termine ma, mentre il rent a car raddoppia i propri volumi (+98,7%), il lungo termine cresce di un buon 19,7%.

Sugli 11 mesi, società protagoniste

Negli 11 mesi l’incremento in volume è pari al 17,7% (con un andamento simile fra breve e lungo termine), giungendo a rappresentare 1/5 del totale mercato. Infine, anche il canale delle società torna a segnare una buona crescita: +10% in novembre, che porta il cumulato gennaio-novembre ad un +5%, con una quota sul totale pari al 16,4%.

In attesa della Legge di Stabilità 2016

E le cose, per il noleggio, possono migliorare. La Legge di Stabilità 2016 prevede l’attuazione di un piano di incentivi per l’acquisto di vetture aziendali. La manovra economica, varata dal Governo Renzi, ha incluso un maxi ammortamento con significative agevolazioni fiscali per l’acquisto di beni strumentali. L’ammortamento sarà applicato anche ad auto aziendali con un valore di mercato superiore alla media, circa il 40% in più: il limite di costo fiscalmente rilevante per le auto aziendali passerà dai 18.076 ai 25.306 euro. Così, diventerà più ampio il ventaglio di scelta, magari includendo le macchine verdi (ibride o elettriche).

In fermento

Che il settore delle vetture aziendali sia in fermento, lo conferma il fatto che Bper, Banca Popolare Emilia Romagna, entra nel settore del renting auto grazie all'acquisizione del 35% del capitale di Sifà, Società italiana flotte aziendali. Una partnership nata a luglio e ufficializzata nella sede milanese Bper di via Negri, alla presenza dell’amministratore delegato di Sifà Paolo Ghinolfi e del Direttore generale di Bper Banca Fabrizio Togni. Secondo il quale, “l'ingresso dell'istituto di credito nel noleggio a lungo termine ha come finalità quella di ampliare i servizi alla clientela in ambiti diversi e attraverso modalità innovativee sempre più rivolte all'avanguardia tecnologica”.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , flotte aziendali


Top