dalla Home

Mercato

pubblicato il 1 dicembre 2015

Mercato auto, la crisi sta finendo

L’anno si appresta a chiudere in positivo, ma la vera ripresa è lenta. Bene tutti, un po’ meno Toyota e Volvo

Mercato auto, la crisi sta finendo

L’anno sta per finire e con i dati sulle immatricolazioni di novembre è ormai certo che il mercato dell’auto chiuderà in positivo. Il mese scorso sono state targate 134.021 auto portando il consuntivo annuo a quota 1.464.747 unità. Sono il 23,5% in più rispetto all’anno scorso, con una crescita negli undici mesi pari al 15,5%. Di fronte a questi dati l’UNRAE prevede che il 2015 arriverà a quota 1.570.000 auto vendute. L’uscita dalla crisi quindi comincia ad intravedersi, ma per un’autentica ripresa bisognerà aspettare il 2018, come annunciato pochi giorni fa dal Centro Studi Promotor, che per il 2015 ha annunciato numeri simili (1.560.000 unità, +15%). Sul versante costruttori tutti i grandi Gruppi hanno archiviato novembre in positivo, anche se Toyota e Volvo hanno fatto un piccolo passo indietro. Vediamo in dettaglio.

Ancora molto forte la spinta del noleggio

A novembre la domanda dei privatisi è confermata in crescita (nel cumulato le immatricolazioni sono aumentate del 17,9%, con una quota pari al 63,5% del totale mercato), ma una buona spinta arriva ancora dal noleggio, che in novembre ha segnato un incremento del 35,7% arrivando ad una rappresentatività del 16,8%. Una forte spinta è derivata sia dal breve sia dal lungo termine, ma - mentre il rent a car ha raddoppiato i propri volumi (+98,7%) - il lungo termine è salito di un buon 19,7%. Parlando invece di motorizzazioni c’è stato un calo del 20,8% per il GPL e del 31,8% per il metano. Sul versante usato, i trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture (le intestazioni temporanee a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno segnato una buona crescita: +14,6% in novembre, con 427.507 unità rispetto alle 372.943 dello stesso mese del 2014. Gli 11 mesi dell’anno evidenziano una crescita del 7,8% a 4.171.278 vetture trasferite (3.869.104 nel gennaio-novembre 2014).

Brand tutti in crescita, tranne poche eccezioni

Il mese si è chiuso molto bene per quasi tutti i costruttori, che a loro volta hanno registrato una buona performance di quasi la totalità dei propri brand. Il Gruppo Fiat (+25,99%) ha visto calare solo Lancia (-1,81%) - con Jeep che prosegue la sua corsa -, mentre in Volkswagen (+21,37%), PSA (+30,44%), Renault (25,96%) e Ford (29,11%) tutti i singoli marchi sono andati meglio dell’anno scorso. L’eccezione l’ha fatta ovviamente Chevrolet (-88,24%) che esce dall’Europa, ma GM ha comunque chiuso con un +11,22%. Non si può dire lo stesso per Toyota, il cui marchio è retrocesso del 4,41% ed il Gruppo del 2,15%. Anche Volvo a novembre ha fatto un passo indietro (-12,08%), di seguito la tabella con tutti i dettagli.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top