dalla Home

Tuning

pubblicato il 22 agosto 2007

La nuova MINI CHALLENGE

Scende in pista a marzo

La nuova MINI CHALLENGE
Galleria fotografica - MINI CHALLENGEGalleria fotografica - MINI CHALLENGE
  • MINI CHALLENGE - anteprima 1
  • MINI CHALLENGE - anteprima 2
  • MINI CHALLENGE - anteprima 3
  • MINI CHALLENGE - anteprima 4

"CHALLENGE", un nome e un programma quello della nuova MINI che sarà presentata al Salone di Francoforte. Si tratta infatti della nuova versione pronto corse preparata direttamente dalla Casa per correre in pista sia privatamente che nell'ambito dell'omonimo campionato monomarca, molto popolare in Germania e in altri presi dell'Europa centrale.

La nuova MINI CHALLENGE si basa evidentemente sulla seconda generazione della popolare vetturetta tedesca nella sua configurazione più spinta (211 cavalli per 280 Nm di coppia massima), la John Cooper Works, rivista e corretta per un uso prettamente corsaiolo. Ecco perché non è prevista l'omologazione stradale.

Ma veniamo alle caratteristiche tecniche dell'auto che BMW ha voluto anticipare in queste ore per la gioia degli appassionati. Rispetto all'auto di serie, gli ingegneri tedeschi hanno apportato interventi funzionali alla destinazione d'uso esclusivamente sportivo di questa MINI, migliorando dunque la componentistica senza stravolgere l'impostazione di base. Il motore ad esempio adotta un turbocompressore rivisitato, come modificati sono i pistoni, filtro dell'aria, catalizzatore e impianto di scarico. Diversa è ovviamente anche la taratura delle centralina. Questi interventi di sostanza migliorano le prestazioni dell'auto (scatta da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi e tocca 240 km/h) e soprattutto l'affidabilità meccanica.

Per quanto riguarda la carrozzeria, fermo restando il body kit che caratterizza anche la MINI JCW di serie è stato sviluppato uno spoiler posteriore più grande nonché regolabile, abbinato ad un diffusore specifico. La nuova MINI CHALLENGE è poi riconoscibile per i cerchi in lega specifici da 17 pollici calzanti pneumatici sportivi della Dunlup.
L'impianto frenante è di tipo ad alte prestazioni con dischi più larghi, freni a quattro posticini e ABS tarato per l'impiego sportivo.

Da segnalare infine che l'allestimento dell'abitacolo prevede roll bar, sedili sportivi della RECARO con cinture a sei punti abbinati all' "HANS" (Headand Neck Support), un sistema ereditato dalla Formula 1 che protegge testa e collo del pilota in caso di incidente.

I Team ufficiali del MINI CHALLENGE riceveranno le nuove vetture entro marzo 2008, mentre i privati potranno acquistarla da giugno. Il prezzo, fissato a livello europeo, è di circa 50.000 EURO.

Autore:

Tag: Tuning , Mini


Top