dalla Home

Attualità

pubblicato il 30 novembre 2015

Ferrari, i noleggi per i turisti rompono la quiete di Maranello

Il sindaco della cittadina emiliana ha preso provvedimenti per limitare gli orari delle attività

Ferrari, i noleggi per i turisti rompono la quiete di Maranello
Galleria fotografica - Ferrari California TGalleria fotografica - Ferrari California T
  • Ferrari California T - anteprima 1
  • Ferrari California T - anteprima 2
  • Ferrari California T - anteprima 3
  • Ferrari California T - anteprima 4
  • Ferrari California T - anteprima 5
  • Ferrari California T - anteprima 6

Fai un giro in Ferrari con meno di 100 euro. Si potrebbe riassumere così il succo di tanti slogan che pubblicizzano la possibilità di mettersi al volante di un bolide del Cavallino Rampante proprio sulle sue strade natali, quelle di Maranello. Certo, con una cifra così si guida per non più di un quarto d'ora e ci si deve accontentare (si fa per dire) di una California, ma volete mettere il brivido? Se poi la possibilità viene offerta a turisti stranieri, per i quali a volte questa è l'unica occasione di guidare una Ferrari, allora il giro di affari si allarga e magari i più facoltosi sono disposti a spendere cifre maggiori per andare in pista, avere più tempo a disposizione o pilotare un'auto più veloce. Tutti contenti, dunque? Non proprio, perché, sebbene possa sembrare assurdo, sono proprio gli abitanti di Maranello a lamentarsi.

37 supercar a tutto gas

La pace della tranquilla cittadina emiliana, infatti, è a rischio, perché ci sono ben 37 Ferrari che girano tutto il giorno rombando per le vie di Maranello. Su 17.000 abitanti il rapporto è alto e se i residenti sono abituati da decenni al via vai delle auto dei collaudatori (non potrebbe essere altrimenti), questa invasione di supercar per turisti non è vista di buon occhio da tutti e non è difficile capire il perché. Cosa farebbe ognuno di noi appena salito su una Ferrari? Una bella accelerata in folle per sentire il rombo del V8 o del V12. Come fare, poi, a resistere alla tentazione di una bella partenza sprint o di un sorpasso lampo? Tutti comportamenti che però minano la “pace stradale” di Maranello.

Nuove regole per il noleggio

Per questi motivi il sindaco Massimiliano Morini ha stabilito nuove regole per le aziende che offrono i giri turistici in Ferrari. Come prima cosa è stata stabilita una fascia oraria di silenzio, quella classica di due ore dopo pranzo, in cui le auto non possono girare, poi è stato proibito il procacciamento dei clienti fuori dalle porte del Museo Ferrari, che attira ogni anno 300.000 visitatori e infine dopo il terzo richiamo scatta una sospensione delle attività di otto giorni, una punizione ben maggiore della multa di 500 euro prevista in precedenza. Ovviamente tutti gli imprenditori coinvolti nel business si sono lamentati, dicendo di aver perso l'80% dei ricavi.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Attualità , Ferrari , auto italiane , car pooling


Top