dalla Home

Test

pubblicato il 14 dicembre 2015

Dossier OmniAuto.it Garage Peugeot 308 GTi

Peugeot 308 GTi: non molla, neanche in pista [VIDEO]

Tre fortunati lettori di OmniAuto.it l'hanno messa alla frusta in pista insieme a Giuliano e Andrea

Galleria fotografica - Peugeot 308 GTi, in pista con voiGalleria fotografica - Peugeot 308 GTi, in pista con voi
  • Peugeot 308 GTi, in pista con voi - anteprima 1
  • Peugeot 308 GTi, in pista con voi - anteprima 2
  • Peugeot 308 GTi, in pista con voi - anteprima 3
  • Peugeot 308 GTi, in pista con voi - anteprima 4
  • Peugeot 308 GTi, in pista con voi - anteprima 5
  • Peugeot 308 GTi, in pista con voi - anteprima 6

Il banco di prova più severo per ogni automobile sportiva si chiama pista. Luogo nel quale le frenate si chiamano staccate e la farfalla dell'acceleratore è in posizione di massima apertura per lunghissimi secondi. Tre fortunati lettori di OmniAuto.it, insieme e con la supervisione di Giuliano e Andrea, hanno avuto la possibilità di provare a fondo la Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport fra i cordoli dell'Autodromo di Modena. Un circuito piuttosto tortuoso, nel quale, in realtà, non emerge tanto la massima potenza del motore, quanto il suo tiro in basso e la capacità della vettura di "mettere su asfalto" la coppia; la motricità insomma.

Non teme i maltrattamenti

Con dischi freno anteriori da 380 mm, la 308 GTi by Peugeot Sport è perfettamente attrezzata per sopportare anche il peggiore dei maltrattamenti, mentre il differenziale autobloccante Torsen fa in modo che i 330 Nm di coppia del quattro cilindri turbo da 1,6 litri che agita la francese non vadano vanificati in inutili fumate bianche da parte degli pneumatici anteriori. La 308 GTi non è "solo" veloce, ma precisa, rapida nel seguire gli input del guidatore e comunicativa. Tutto quello che si richiede a una sportiva insomma.

Qualche dritta per curvare al meglio

Va bene che il trattamento Peugeot Sport ha reso la 308 GTi una "belva" da pista, ma una ripassatina dei concetti base della guida fra i cordoli (e non solo...) non guasta mai. Il primo: non esasperare la velocità di ingresso curva. Non solo si perde tempo, ma ci si "mangia" in pochi giri la parte esterna degli pneumatici anteriori. Secondo errore: dare gas troppo presto. Ok che c'è il differenziale autobloccante Torsen, ma alla fine la fisica ha sempre la meglio e se si chiede troppo alle gomme anteriori, il risultato non può che essere un gran sottosterzo. Terza "dritta" che potrebbe tranquillamente essere messa al primo posto: lo sguardo non deve mai "fossilizzarsi" nei pochi metri oltre il muso della vettura, ma andare sempre oltre. In questo modo si sa sempre quello che si dovrà affrontare e lo si affronterà meglio: alla velocità ideale e con la traiettoria migliore. Ci sono poi alcune accortezze come il giro di raffreddamento per freni e motore, sempre necessario dopo una manciata di giri veloci.

Scheda Versione

Peugeot 308 GTi
Nome
308 GTi
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Peugeot , auto europee


Top