dalla Home

Test

pubblicato il 7 dicembre 2015

Dossier OmniAuto.it Garage Peugeot 308 GTi

Peugeot 308 GTi, meglio di una supercar? [VIDEO]

Dopo averla "sacrificata" in città, dove se l'è cavata più che bene, ecco finalmente le curve

Galleria fotografica - Peugeot 308 GTi, il bello delle curveGalleria fotografica - Peugeot 308 GTi, il bello delle curve
  • Peugeot 308 GTi, il bello delle curve - anteprima 1
  • Peugeot 308 GTi, il bello delle curve - anteprima 2
  • Peugeot 308 GTi, il bello delle curve - anteprima 3
  • Peugeot 308 GTi, il bello delle curve - anteprima 4
  • Peugeot 308 GTi, il bello delle curve - anteprima 5
  • Peugeot 308 GTi, il bello delle curve - anteprima 6

Dunque ricapitoliamo: a prendersi cura della 308 GTi by Peugeot Sport sono le stesse persone che preparano le vetture da rally vincitrici nei vari campionati nazionali (la 208 R5 di Paolo Andreucci, per esempio); ingegneri, tecnici e meccanici che qualche anno prima hanno messo in pista il prototipo 908 HDi FAP per la 24 Ore di Le Mans, primo sul traguardo nel 2009. Non i primi che passano, insomma. Il frutto del loro lavoro si è materializzato, sulla 308 GTi, nel differenziale autobloccante, in un impianto frenante più potente, in un assetto specifico e in 20 CV in più per il motore. Ok, basta chiacchierare. Si guida.

Il rapporto peso/potenza è dalla sua parte

Dicevamo del motore: è un quattro cilindri turbo a iniezione diretta di 1,6 litri e 270 CV. Un concentrato di cattiveria, che non ha il minimo complesso di inferiorità rispetto ai 2.000 delle rivali della 308. Il merito è anche della leggerezza della francese e della sua piattaforma EMP2: 1.280 kg. Un mix perfetto per il misto collinare, dove infatti la GTi by Peugeot Sport si scatena, fa scatenare il fortunato che siede al posto di guida e permette di tenere il passo di sportive ben più "nobili". Su per le stradine dell'Appennino anche un altro dubbio si dissolve: nonostante i 270 CV e i 330 Nm di coppia scaricati sulle ruote anteriori, la motricità (la capacità di "metter giù" potenza) è incredibilmente elevata.

Si va forte e ci si intende a meraviglia

Forte si va forte, questo lo abbiamo capito. Ma il divertimento di guida non è funzione (non solo almeno) della velocità. Occorre anche un buon feeling con il mezzo meccanico, con le sue "articolazioni" e le sue "suole": sospensioni e pneumatici. Quando si guida davvero, e con davvero si intende forte e nel misto, più della velocità in sé (dal momento che non siamo in gara) conta la capacità della vettura di comunicare il proprio grado di stress a chi ne tiene le "briglie". E su questo c'è poco da fare: la francese sa molto bene il fatto suo. E noi ci siamo divertiti alla grande.

Scheda Versione

Peugeot 308 GTi
Nome
308 GTi
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Peugeot , auto europee


Top