dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 novembre 2015

Nissan insieme al WFP per la sicurezza stradale

Investiti 180 mila euro per la formazione e non solo

Nissan insieme al WFP per la sicurezza stradale

Per un anno Nissan lavorerà con il World Food Programme (WFP) delle Nazioni Unite per migliorare la sicurezza stradale e la sostenibilità ambientale all’interno dell’Organizzazione. L’accordo prevede innanzitutto un programma di formazione a distanza per gli autisti del WFP, che conta una flotta di 3.200 veicoli, che ha l’obiettivo di rendere più accessibile l’aiuto umanitario a tutte quelle comunità difficilmente raggiungibili. In secondo luogo Nissan sosterrà il WFP nella misurazione delle emissioni di anidride carbonica registrate nelle operazioni aeree, terrestri e marittime, così come nella catena di distribuzione. Si tratta di un investimento annuale di 180.000 euro che rientra nel programma Nissan Blue Citizenship, per un futuro a emissioni zero e mortalità zero. Come ha ricordato Thierry Pieton, Senior Vice President, Administration & Finance di Nissan Europa, l’accordo segue “la donazione di 10 milioni di Yen (75.000 euro circa al cambio attuale) da parte di Nissan a sostegno delle operazioni di soccorso del WFP in Nepal”. “Oggi siamo molto orgogliosi perché abbiamo consolidato i nostri rapporti - ha aggiunto Pieton -. Il miglioramento della sicurezza stradale è cruciale per potere arrivare a tutte le persone bisognose nelle zone più difficili da raggiungere e Nissan si è impegnata a mettere a disposizione le proprie competenze e risorse per aiutare il WFP nella realizzazione del suo ambizioso obiettivo di azzerare la fame nel mondo”.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , Nissan , beneficenza


Top