dalla Home

Curiosità

pubblicato il 18 novembre 2015

Dossier Salone di Los Angeles 2015

Fiat 124 Spider o Mazda MX-5, quale vestito preferite?

Italia-Giappone: due stili distinti per un confronto a cielo aperto

Fiat 124 Spider o Mazda MX-5, quale vestito preferite?
Galleria fotografica - Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5Galleria fotografica - Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5
  • Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5 - anteprima 1
  • Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5 - anteprima 2
  • Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5 - anteprima 3
  • Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5 - anteprima 4
  • Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5 - anteprima 5
  • Fiat 124 Spider vs Mazda MX-5 - anteprima 6

Se non sapessimo che la nuova Fiat 124 Spider è derivata dalla Mazda MX-5 sarebbe difficile capire che le due sportive scoperte condividono lo stesso progetto e il medesimo stabilimento produttivo di Hiroshima, quello della roadster più venduta al mondo. Complimento migliore non si potrebbe fare alla 124 Spider che non è né una copia, né una semplice rimarchiatura della MX-5, ma il frutto di un accordo FCA-Mazda che promette di far bene ad entrambi. Fiat guadagna un prodotto di altissimo livello che non aveva in gamma, riconosciuto riferimento nel settore delle sportive compatte che garantisce alla 124 Spider di "vincere facile" su mercati in cui il marchio italiano ha un vantaggio in termini di rete vendita e assistenza e allo stesso stesso tempo Mazda riduce i costi produttivi della sua MX-5. Insomma, sulla stessa piattaforma sono state create due spider con caratteri e "vestiti" distinti, abbastanza diverse da risultare piacevoli agli occhi di un pubblico eterogeneo, ma dove differiscono esattamente l'italiana e la giapponese?

Vestiti diversi per un'anima comune

Partiamo come detto dallo stile che vede la Fiat 124 Spider addolcire alcune delle linee "taglienti" della Mazda MX-5. A guardarle velocemente sembra che abbiano in comune solo il parabrezza, i roll-bar posteriori e l'impostazione compatta con abitacolo arretrato e cofano lungo, ma in realtà che la Fiat ha cambiato un po' tutto, dai paraurti, cofano motore, fiancata e lamierati vari per lasciare intatta solo la parte posteriore della portiera. Dove la giapponese sfoggia un frontale e una coda spiovente l'italiana risponde con un "muso" lungo e rialzato, il posteriore alto e "sfrontato" che riprende lo stile a coda di rondine della storica 124 Sport Spider disegnata da Tom Tjaarda per Pininfarina nel 1965. I fari sono completamente diversi e più grandi nella Fiat, con luci a LED davanti e dietro e l'esclusività della parte centrale in tinta carrozzeria per i posteriori, in stile Fiat 500 restyling. A ricordarci la stretta parentela fra le due sono rimasti gli specchietti retrovisori esterni e i piccoli indicatori di direzione triangolari sui passaruota anteriori.

L'interno non si discute

Se ci addentriamo invece nell'abitacolo troviamo più similitudini che differenze, visto che la 124 Spider si limita a modificare solo alcune finiture, rivestimenti e colori di interni e sellerie. Tutto è preso dalla MX-5, dal volante alla plancia, dalla strumentazione ai comandi della climatizzazione, fino allo schermo touch da 7" in posizione centrale vericale. A cambiare sono in pratica i pannelli porta che hanno una diversa forma e finitura delle maniglie interne, ma alla fine va bene così perché altre modifiche sarebbero state sconsigliate da un inutile crescita dei costi industriali. A livello meccanico cambia proprio il cuore, visto che i motori 1.5 e 2.0 Skyactiv, aspirati a benzina da 131 e 160 CV di Mazda sono sostituiti sulla Fiat dall'unico 1.4 MultiAir turbo da 140 CV. Per la futura versione Abarth, invece, le ipotesi sono ancora aperte e molto stuzzicanti...

Autore:

Tag: Curiosità , auto giapponesi , auto italiane , car design


Top