dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 agosto 2007

Aumenti a due cifre per BMW, MINI e Rolls-Royce

Consegnate oltre un milione di nuove Serie 3

Aumenti a due cifre per BMW, MINI e Rolls-Royce

Il ritmo di crescita del BMW Group ha subito un'accelerazione. A dimostrarlo, l'incremento delle vendite durante lo scorso mese di luglio. L'aumento, che tradotto in punti percentuali ha rappresentato un +20%, ha fatto sì che in un mese venissero immatricolate ben 123.017 automobili, firmate BMW, MINI e Rolls-Royce (contro le 102.475 del luglio 2006).

La percentuale di crescita in Europa, Nord America ed Asia è stata dunque circa del 20%, ma in un raffronto tra i vari Paesi sono state ancora una volta Cina e Russia a fare la differenza, grazie ai loro straordinari tassi di crescita. Infatti, l'aumento delle vendite in Cina è stato del 56,6%, con 4.141 veicoli consegnati (anno precedente 2.645). La Russia ha fatto registrare un aumento del 50,8%, con 1.315 auto consegnate nel mese di luglio di quest'anno (mentre nel 2006 erano 872).

Nei primi sette mesi, il numero di veicoli del BMW Group consegnati ai clienti è aumentato del 6,5% rispetto ai primi sette mesi dell'anno precedente (800.957), raggiungendo le 853.202 unità.

Esaminando nel dettaglio le ventite dei singoli marchi, si evince che le vetture BMW che sono state immatricolate sono cresciute nel mese di luglio del 20,2%, a 104.096 unità (contro le 86.610 del luglio '06). In un confronto tra le serie di modelli, la nuova X5, con 9.366 consegne (nel 2006 erano 5.517, perciò oggi si è di fronte ad un +69,8%), ha fatto registrare l'incremento maggiore nelle vendite, mentre nel mese di luglio la BMW Serie 1 (+27,4%), con la 5 porte aggiornata e con la nuova versione 3 porte, si piazza al secondo posto (14.723 unità consegnate nel luglio 2007 rispetto alle 11.555 dello scorso anno). La Serie 3, spinta dalle nuove versioni Cabrio e Coupé, è al terzo posto, con un aumento del 23,7%. Le vendite durante il mese in questione hanno raggiunto le 44.833 unità (anno prec.: 36.256). Dal lancio sul mercato della nuova BMW Serie 3 berlina nel marzo 2005 e delle varianti successive - la Serie 3 Touring, Coupé e Cabrio - oltre un milione di BMW Serie 3 sono state consegnate ai clienti (1.049.636).

Nei primi sette mesi del 2007, sono state vendute in totale 726.414 auto BMW. Ciò rappresenta un incremento del 6,2% rispetto ai primi sette mesi dell'anno scorso (683.740).

Come per il marchio BMW, le vendite di MINI nel mese di luglio 2007 sono cresciute in maniera sostanziale del 19,1%, raggiungendo le 18.838 unità (a differenza delle 15.814 del luglio 2006). Nei primi sette mesi dell'anno, il numero di MINI consegnate ai clienti è cresciuto pertanto dell'8,2%, arrivando a 126.411 unità (che l'anno scorso erano 116.879).

"Uno dei motivi decisivi per il nostro successo di mercato è stato indiscutibilmente il fatto che siamo ben in anticipo, rispetto ai nostri concorrenti, per quanto riguarda l'attuazione di misure per ridurre le emissioni di CO2. Disponiamo della tecnologia necessaria". Ha commentato un membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG responsabile per le vendite e il marketing (Michael Ganal). "In questo scenario - ha aggiunto - per l'autunno di quest'anno circa il 40% dei veicoli nuovi consegnati ai clienti dal BMW Group avranno un livello massimo di emissioni di CO2 di 140 g/km".

Analogamente a quanto è successo con i marchi BMW e MINI, l'offensiva di prodotto del BMW Group sta dando i suoi frutti anche con la Rolls-Royce. La nuova Phantom Drophead Coupé cabriolet è disponibile dal mese di luglio e, durante il mese in questione, già 31 clienti hanno preso in consegna questo nuovo modello Rolls-Royce. In totale il numero di consegne di auto Rolls-Royce è cresciuto del 62,7% nel mese di luglio a 83 unità (non più le 51 del 2006). Per i primi sette mesi di quest'anno, le vendite di Rolls-Royce hanno dunque raggiunto le 377 unità (contro le 338 dell'anno scorso, si tratta perciò di un +11,5%).

Unico indice negativo, quello relativo alle vendite di moto nel mese di luglio 2007. Le immatricolazioni delle due ruote BMW hanno raggiunto la cifra di 8.921 unità (ovvero un -1,2%). Tuttavia occorre ricordare che si tratta di un dato parziale e che, per i primi sette mesi dell'anno, il numero di moto della Casa bavarese consegnate ai clienti è cresciuto del 4,6%, ovvero 68.151 unità vendute (contro le 65.136 del 2006).

Per concludere, parlando del nostro Paese nel dettaglio, in Italia la situazione ha visto crescere lo scorso mese il marchio BMW del 30,3%, raggiungendo quindi le 6.383 unità. Andamento decisamente positivo anche per MINI che con 2.138 unità ha fatto registrare nel singolo mese un incremento dell'11,5%. La crescita di entrambi i brand è stata probabilmente determinata dall'offensiva di prodotto avviata a partire dalla fine del mese di marzo e che sta facendo sentire il suo effetto in questi mesi.
Complessivamente dall'inizio dell'anno sono state commercializzate 60.929 vetture BMW e MINI, in linea con il risultato conseguito nei primi sette mesi del 2006.

Autore:

Tag: Mercato , Bmw


Top