dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 agosto 2007

Sai leggere una mappa stradale?

Un inglese su tre ha difficoltà

Sai leggere una mappa stradale?

Secondo un sondaggio realizzato in Gran Bretagna da una compagnia assicurativa, su circa 11 milioni di automobilisti (ovvero sul 35% dei patentati inglesi) un terzo non sarebbe in grado di leggere bene una mappa stradale né i suoi simboli. Almeno l'83% del campione preso in esame, di fatto, ha sbagliato nell'identificazione delle "figure" rappresentate.

Dalla ricerca è inoltre emerso che circa l'8% del campione preso in esame non potrebbe mai rinunciare al sistema di navigazione integrato a bordo del proprio veicolo. Senza l'ausilio della tecnologia, ci sarebbero perciò almeno due milioni e mezzo di inglesi dispersi nel pianeta... E' una realtà di fatto che il 63% degli esaminati ha ammesso che sarebbe del tutto "perso" senza il satellitare.

Sconfortante la percentuale al femminile che ha confessato di non saper arrivare alla meta senza un robot (o un uomo) che l'assista durante la guida. Se infatti si volessero confrontare i punti percentuali delle donne "che si perdono per strada" con quelli realtivi agli uomini, si scoprirebbero che questi ammontano a ben 62.

A creare più confusione, sarebbero (in ordine di maggior percentuale di errore) le indicazioni autostradali, quelle relative alle fermate degli autobus, immediatamente seguite da quelle che indicano le riserve naturali. Grande confusione anche nell'identificazione dei simboli che sulle mappe ritraggono le stazioni ferroviarie, le areepic-nic o i campeggi.

"E' arrivato il momento per gli automobilisti britannici di dare una rinfrescata alle loro abilità di lettura delle mappe stradali", ha commentato Scott Sinclair, a capo dell'agenzia nazionale che si occupa della realizzazione delle cartine geografiche in Gran Bretagna. "I sistemi tecnologici che vengono utilizzati in viaggio per orientarsi - ha concluso - dovrebbero essere le ultime risorse a cui appellarsi. Prima, si usi la propria mente".

Autore:

Tag: Curiosità , inghilterra


Top