Mercato

pubblicato il 18 novembre 2015

Mercato auto, Italia e Spagna trainano l'Europa

Nel Regno Unito c'è stato il primo calo dopo tre anni e mezzo di crescita. Tra i costruttori, il Gruppo Volkswagen ha perso terreno

Mercato auto, Italia e Spagna trainano l'Europa

Germania e Francia rallentano la propria crescita (rispettivamente +1,1% e 1,0%), mentre il Regno Unito fa segnare addirittura un calo: -1,1%. Eppure, nonostante ad ottobre i primi tre mercati del Vecchio Continente non siano brillantissimi, l'Europa è in territorio positivo per il 26esimo mese consecutivo: +2,7% rispetto allo stesso mese del 2014 con 1.144.109 immatricolazioni contro 1.113.703 (1.394.223 a settembre). Il merito è soprattutto dell'Italia e della Spagna, a quota +8,6% e +5,2%. Dal punto di vista dei costruttori invece, la quota di mercato del Gruppo Volkswagen è calata, mentre quella di FCA, BMW e Daimler è migliorata.

Le top 3 in lieve difficoltà

Meglio specificare: Germania e Francia hanno "solo" rallentato la crescita, quindi le immatricolazioni in questi due Paesi sono aumentate, rispetto allo stesso mese del 2014, ma a un ritmo più lento rispetto a quanto fatto finora. Più "preoccupante" il caso del Regno Unito: dopo tre anni e mezzo, infatti, si sono registrate 177.664 immatricolazioni, contro le 179.714 dell'ottobre dello scorso anno. Un calo che comunque non pregiudica gli ottimi risultati ottenuti nel 2015: +6,4% nel cumulato gennaio-ottobre rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Allargando lo sguardo a tutto il continente: "Se la dinamica dei volumi dovesse proseguire su questa strada, l'Europa tornerebbe finalmente al di sopra dei 14 milioni di veicoli immatricolati. L'Italia in questa fase sta beneficiando di una certa ripresa economica e della fase finale della depressione del mercato", ha commentato Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere.

Lieve calo del Gruppo Volkswagen, BMW Group e Daimler-Benz in crescita

Dalle 278.147 immatricolazioni di ottobre 2014 alle 276.771 dello stesso mese di quest'anno: la quota di mercato del Gruppo Volkswagen cala così dal 25,9% al 25,1%. Più contenuto il calo di market share del Gruppo PSA Peugeot-Citroën, da 11,1% a 10,7%, e del Renault Group: dal 10,0% al 9,7%. In zona positiva ci sono invece, fra gli altri, FCA Group (da 6,0% a 6,3% di quota di mercato a ottobre 2015 rispetto a ottobre 2014); BMW Group da 6,3% a 6,9% e Daimler: da 5,2% a 6,2%. Quanto ai singoli marchi, scoppiettanti le performace di Jeep, a quota +74,4% sulla scia del successo della Renegade, e di Jaguar: +92,1%. Ottimi risultati anche per Porsche (+13,9%), BMW (+13,7%), MINI (+12,3%). Infine, smart, che dimostra come il rinnovamento della gamma possa stravolgere le vendite: da 2.818 a 8.878 unità, per un impressionante +215%. Di seguito tutti i dettagli.

Autore: Adriano Tosi

Tag: Mercato , immatricolazioni


Vai allo speciale
  • Citroen al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 32
  • Hyundai al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 49
  • Abarth al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 20
  • Volkswagen al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 40
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top