dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 novembre 2015

Dossier Dieselgate, lo scandalo dopo il caso Volkswagen

Volkswagen, tutti modelli con problemi di CO2

Sono 430.000 le vetture MY2016 con omologazione irregolare

Volkswagen, tutti modelli con problemi di CO2
Galleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandaloGalleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandalo
  • Volkswagen Passat Variant 2010 - anteprima 1
  • Volkswagen Golf VI - anteprima 2
  • Martin Winterkorn    - anteprima 3
  • Matthias Muller	   - anteprima 4
  • Volkswagen, i protagonisti dello scandalo - anteprima 5
  • Motore Volkswagen TDI   - anteprima 6

Come sembrava ormai chiaro dalle stesse anticipazioni di Volkswagen dei giorni scorsi, la questione Dieselgate si allarga dai motori a gasolio a quelli a benzina. Il gruppo tedesco specifica infatti che dei circa 800.000 veicoli risultati irregolari per la CO2 nei test di omologazione quasi 430.000 fanno parte della più recente produzione model year 2016 e diffonde l'elenco completo dei modelli che trovate qui sotto e comprende per la prima volta alcune motorizzazioni a benzina come i 1.0 TSI, 1.4 TSI, 1.8 e 2.0 TFSI. Nulla è stato invece specificato riguardo ai modelli a benzina meno recenti di Volkswagen che portano il totale a quota 800.000 e che sono ancora oggetto di indagini interne.

Nuove omologazioni in vista

A seguito di questo ulteriore problema nella differenza fra emissioni reali e quelle registrate durante i test di omologazione, fino a prova contraria slegato dal caso delle centraline truccate dei TDI, la Casa di Wolfsburg ha avviato una serie di colloqui con le autorità nazionali dei Paesi dove queste auto sono vendute, con gli importatori e con i ministeri dei trasporti per eventuali ri-omologazioni dei veicoli; il primo passo in tal senso è stato preso in accordo con il KBA tedesco per omologare i nuovi livelli di CO2, che come è noto sono legati ai consumi.

CO2 irregolare, consumi "sballati"

A proposito di consumi ricordiamo quindi che questa "tegola" VW riporta a galla un vecchio problema, quello dei consumi e delle emissioni di CO2 registrate con i cicli di omologazione, storicamente inferiori a quelli reali. Nello specifico il caso in oggetto è ancora più grave perché, per motivi non ancora noti, i dati di CO2 di queste 430.000 omologazioni sono affetti da "irregolarità" che falsano la certificazione del modello. In soldoni questo significa che i clienti dei modelli coinvolti ha consumato ed emesso più CO2 di quanto riportato su carta di circolazione e documenti ufficiali Volkswagen

Bolli e tasse aggiuntive a carico di VW

Come già accaduto per le auto coinvolte dallo scandalo Dieselgate, i clienti in possesso di veicoli a benzina del gruppo Volkswagen potranno sapere in anticipo se la loro auto è fra quelle coinvolte nelle irregolarità sulle emissioni di CO2, inserendo il numero di telaio nell'apposito sito web. Un'altra spinosa questione che il gruppo tedesco si prepara ad affrontare è quello delle tasse pagate dagli automobilisti di molti Paesi sulla base di dati di CO2 errati e inferiori alla realtà. Per questo Volkswagen ha già avviato colloqui con le singole autorità fiscali per fare in modo che eventuali tasse aggiuntive siano a carico del Costruttore e non dell'ignaro automobilista.

 

Autore:

Tag: Attualità , Volkswagen , nuovi motori


Top