dalla Home

Accessori

pubblicato il 12 novembre 2015

BMW ConnectedDrive, sale a bordo anche Deezer

Il servizio di musica funziona senza bisogno dello smartphone e non si ferma nemmeno all'estero

BMW ConnectedDrive, sale a bordo anche Deezer
Galleria fotografica - BMW ConnectedDrive StoreGalleria fotografica - BMW ConnectedDrive Store
  • BMW ConnectedDrive Store - anteprima 1
  • BMW ConnectedDrive Store - anteprima 2
  • BMW ConnectedDrive Store - anteprima 3
  • BMW ConnectedDrive Store - anteprima 4
  • BMW ConnectedDrive Store - anteprima 5
  • BMW ConnectedDrive Store - anteprima 6

Le auto sono sempre più connesse e le strade per collegare l'abitacolo con il mondo esterno sono tante. C'è chi punta ad integrare il miglior compagno dell'uomo moderno, lo smartphone, con sistemi come Android Auto (è il caso di Mitsubishi) o Apple CarPlay (come fa Opel nel nuovo infotainment della Insignia) e chi invece concentra nel sistema di intrattenimento già a bordo tutte le funzioni di un vero e proprio computer. E' il caso di BMW e del suo ConnectedDrive, che da ora fa salire a bordo delle berline del gruppo anche Deezer, uno fra i servizi di musica in streaming più apprezzati nel Vecchio Continente.

L'"anti-Spotify" non avrà bisogno di smartphone o piani dati per funzionare, ma semplicemente della sottoscrizione dei servizi ConnectedDrive di BMW. Al resto penserà il sistema di infotainment Navigation system Professional a bordo, che integra una SIM in grado di connettersi ad internet anche all'estero (Germania, Francia, Olanda, Spagna, Austria, Svizzera ed Inghilterra) per mettere a portata di dita i 35 milioni di brani presenti nel catalogo di Deezer: le canzoni saranno scaricate immeditamente nell'harddisk di sistema, come su un vero computer. Una soluzione attraente per tutti gli automobilisti che non vogliono essere legati al loro smartphone per collegarsi al servizio di musica in streaming preferito.

Autore: Redazione

Tag: Accessori , Bmw , musica


Top