dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 12 novembre 2015

Gasolio ghiacciato, perché accade e come si evita

Serve l'additivo giusto, ma se il danno è fatto bisogna riscaldare il filtro

Gasolio ghiacciato, perché accade e come si evita

Domanda semplice: perché col freddo il gasolioghiaccia nell’auto e ne impedisce il funzionamento? Riposta difficile: nel filtro si è creato un intasamento. Il diesel, per la temperatura particolarmente bassa e per la lunga esposizione al freddo, è diventa troppo viscoso. Quindi non circola nell'impianto di alimentazione. Ma vediamo in dettaglio come tutto questo accade, e se ci sono piccoli accorgimenti per prevenire il problema.

Qualche “segreto”

1# La cera. Il comportamento a freddo dei carburanti per motori diesel può dipendere dalla loro struttura molecolare. Se il gasolio viene un po’ raffreddato fino al suo punto di intorbidamento, le paraffine si dividono dalla cera del carburante. Se la temperatura scende ancora, ecco una maggiore quantità di cera: il filtro s’intasa impedisce il flusso di carburante. Infatti, i cristalli di cera si depositano sul fondo del serbatoio e vanno a occludere il filtro del gasolio: si forma un tappo nel sistema di alimentazione.

2# Gli additivi. L'aggiunta degli additivi per lo scorrimento a freddo agisce modificando le cere: migliora le caratteristiche dei carburanti alle basse temperature. Basta comprare l’additivo giusto, dopo aver letto il libretto di uso e manutenzione dell’auto.

3# In giro. Dopo l’aggiunta dell’additivo, è importante circolare per una decina di minuti, così che la soluzione finisca nel circuito di alimentazione e nel filtro. Sarebbe meglio effettuare il percorso su una strada extraurbana, senza traffico, in modo che il motore si “sciolga” un po’.

4# Sintomi. Se ormai il guaio è fatto, e l’auto non parte per il gasolio ghiacciato, lo capite perché la batteria è ok e la vettura non dà altri segnali negativi: il problema si manifesta nelle tubazioni. In parole povere, l’auto, in mancanza di carburante, non si accende. Oppure si spegne dopo qualche istante quando accelerate: una specie di singhiozzo prima della fine.

5# Cura immediata. Non vi resta che riscaldare il filtro. Come? Con un asciugacapelli, o magari con un po’ di acqua bollente. Da evitare altri metodi, come quello di usare un accendino: è pericoloso per la quantità di materia infiammabile.

6# Col tempo. In alternativa, se non avete fretta, vi serve smontare il filtro gasolio (sempreché il libretto d’uso e manutenzione vi dia informazioni semplici e pratiche in materia): lo portate al chiuso e lo scaldate con un asciugacapelli.

Diesel per il freddo

Il gasolio distribuito nella brutta stagione nelle stazioni di servizio è di tipo invernale: contiene degli additivi che rendono improbabile il suo congelamento e migliorano l'accensione. Pur tuttavia, non sono invincibili a temperature bassissime e se la vettura viene lasciata per ore al gelo. Gli specifici additivi sono sempre consigliati.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , carburanti


Top