Curiosità

pubblicato il 10 novembre 2015

Papa Francesco, doppia papamobile a Prato e Firenze

Il Santo Padre sfila fra i fedeli toscani su Isuzu e Mercedes aperte

Papa Francesco, doppia papamobile a Prato e Firenze
Galleria fotografica - Papa Francesco, tutte le papamobiliGalleria fotografica - Papa Francesco, tutte le papamobili
  • Papa Francesco, tutte le papamobili - anteprima 1
  • Papa Francesco, tutte le papamobili - anteprima 2
  • Papa Francesco, tutte le papamobili - anteprima 3
  • Papa Francesco, tutte le papamobili - anteprima 4
  • Papa Francesco, tutte le papamobili - anteprima 5
  • Papa Francesco, tutte le papamobili - anteprima 6

Papa Francesco passerà alla storia per le sue posizioni teologiche, le riforme e le tante novità del suo pontificato più che per le automobili che ha usato, ma è innegabile il fatto che ad ogni suo viaggio apostolico Jorge Mario Bergoglio riesca a stupire con una diversa papamobile. L'ultimo esempio in ordine temporale arriva dalla visita del Santo Padre a Prato e Firenze dove ha sfilato fra la folla festante prima su due speciali vetture modificate con copertura trasparente anteriore: una Isuzu D-Max Double Cab e la Mercedes G 500. La scelta della doppia, non nuova in assoluto, è probabilmente legata a necessità logistiche e di spostamenti che impongono a volte strane dinamiche. Per spostarsi dall'eliporto alla papamobile Francesco è salito anche su un'auto normalmente in commercio, una Volkswagen Golf blu, un po' come aveva già fatto negli USA con la Fiat 500L o come fa per gli spostamenti romani sulla Ford Focus.

Papamobili scoperte, le preferite da Francesco

Le due vetture, rigorosamente bianche e dotate di targa SCV1 (Stato della Città del Vaticano, 1) fanno parte di un elenco che con l'arrivo del Papa argentino si è allargato ulteriormente, visto che ormai ad ogni viaggio ufficiale corrisponde una diversa papamobile. Quasi sempre Bergoglio sceglie infatti di muoversi su veicoli aperti, senza troppe blindature e adatti a soddisfare la voglia dei fedeli di vedere il Papa da vicino e il suo altrettanto inarrestabile desiderio di vicinanza con le persone. Basta infatti scorrere la lista degli ultimi viaggi apostolici di Papa Francesco per vedere una tale quantità diversa di papamobili da far impazzire le statistiche che dal 1930 ad oggi hanno contato una centinaio di automobili passare nei garage vaticani per sette pontefici.

Una girandola di papamobili

Partendo solo dalla visita in Corea del Sud di agosto 2014 troviamo Papa Francesco sulla Kia Soul, su una Kia Sorento aperta e sulla speciale Hyundai Santa Fe scoperta regalatagli dalla Casa di Seoul e portata a Roma per le uscite a Piazza San Pietro, mentre per il viaggio ufficiale in Albania (settembre 2014) il santo padre ha preferito la Mercedes G 500 senza copertura trasparente come in Turchia a novembre 2014. In Sri Lanka e Filippine il ruolo di papamobile è stato di volta in volta interpretato da una Land Rover Defender, dalla stessa Isuzu D-Max vista a Firenze e da una curiosa jeepney tipicamente filippina. A Sarajevo è tornata la Mercedes G 500, a luglio 2015 hanno fatto la loro comparsa in Equador le inedite Jeep Wrangler e Chevrolet Colorado "SCV1" e in Paraguay l'ormai nota Isuzu. Un caso a parte è quello di Cuba (settembre 2015) dove Papa francesco ha utilizzato una curiosa Peugeot Hoggar, pick-up brasiliano su base Peugeot 207.

Autore:

Tag: Curiosità , VIP


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 51
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 42
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 39
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top