dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 agosto 2007

Il divorzio in Casa DaimlerChrysler è fatto

Cerberus Capital Management è il nuovo protagonista

Il divorzio in Casa DaimlerChrysler è fatto

Le cose nel mercato dell'automobile sono cambiate. Il volto di DaimlerChrysler appartiene al passato, da ora in avanti esisterà un gruppo Daimler che sarà proprietario di Mercedes Car Group (Mercedes-Benz e Smart), divisione finanziaria e divisione veicoli industriali, ed una realtà chiamata Chrysler LL, proprietaria del gruppo Chrysler (ovvero di Chrysler, Dodge e Jeep).

Dopo nove anni di vita ed una serie di accordi preliminari datati maggio 2007, proprio in questi giorni è avvenuta la cessione di Chrysler al fondo d'investimenti Cerberus. Adesso "l'80,1% delle azioni del colosso automobilistico statunitense - si legge in una nota - appartiene a Cerberus Capital Management".

Tuttavia i restanti 19,9 punti percentuali delle azioni resteranno nelle mani di DaimlerChrysler che si dovrà però impegnare "a fornire segnali concreti che testimonino il ritorno agli antichi splendori". E se questo controllo su un pacchetto azionario è stato possibile, lo è stato grazie ad un prestito da 1,5 miliardi di dollari più altri 500 milioni stanziati da Cerberus. Bando ai sentimentalismi, la somma è stata erogata soltanto perchè altrimenti gli investitori non sarebbero stati affatto attratti dai 12 miliardi di dollari che la "nuova" Chrysler avrebbe dovuto raccogliere sul mercato. Cifre da capogiro insomma, basti pensare ai 10 miliardi di dollari di prestiti diretti da un pool di banche e, appunto, ai 2 miliardi di dollari forniti da Daimler e Cerberus.

Le trattative sono dunque ormai concluse e l'unica eredità del passato, ovvero il nome dell'azienda, potrebbe anche quello svanire il prossimo 4 ottobre, data del successivo incontro fra azionisti.

Autore:

Tag: Mercato , Chrysler


Top