dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 novembre 2015

Dossier #sapevatelo

Quanti metri di cavo ci vogliono per la guida autonoma?

Tanti, perché sensori, telecamere e centraline devono potersi "parlare" fra loro

Quanti metri di cavo ci vogliono per la guida autonoma?
Galleria fotografica - Tesla Model S AlphaGalleria fotografica - Tesla Model S Alpha
  • Tesla Model S Alpha - anteprima 1
  • Tesla Model S Alpha - anteprima 2
  • Tesla Model S Alpha - anteprima 3
  • Tesla Model S Alpha - anteprima 4
  • Tesla Model S Alpha - anteprima 5
  • Tesla Model S Alpha - anteprima 6

Immaginate il corpo umano. Il cervello e le tantissime informazioni che riceve ininterrottamente dalle mani e dai piedi, dagli occhi e dalle orecchie, dal naso e dalla bocca, ma anche dagli organi interni. Dati che trasforma in operazioni ben precise, spesso senza che noi ce accorgiamo. Il collegamento fra il cervello (la centralina) e la periferia (i sensori) è assicurato da un'intricatissima rete di nervi (i cavi). Sparsi ovunque. Allo stesso modo, più o meno, lavorano le automobili moderne; anzi: prima che qualche neurologo ci scriva indignato, specifichiamo che un'automobile è molto più basilare del sistema nervoso di un essere umano, ma il paragone ci serviva per rendere l'idea.

Bene, per il solo sistema di guida autonoma montato sulla Tesla Model S - realizzato dalla Bosch - ci vogliono niente meno che 1.300 metri di cavi. Per intenderci, una lunghezza pari a 261 Model S una dietro l'altra. Una lunghezza impressionante, necessaria per collegare fra loro 50 nuovi componenti come la videocamera stereoscopica e il servofreno con iBooster (fondamentale per i sistemi di guida autonoma, dal momento che può sviluppare in modo automatico la piena pressione di frenata in soli 120 millisecondi, vale a dire tre volte più velocemente rispetto ai sistemi precedenti). Avrete visto sicuramente qualche video, in queste settimane, di "temerari" guidatori che, su qualche highway californiana mollavano completamente il volante, lasciando i comandi all'elettronica. Dietro a queste esibizioni di hi-tech stradale, c'è un lavoraccio di ben 1.400 ore. Ovviamente, quando la tecnologia diventerà di serie, il tutto sarà più rapido e meccanizzato. Ma non più semplice.

Autore:

Tag: Curiosità , guida autonoma


Top