Attualità

pubblicato il 6 novembre 2015

Maserati, 6 settimane di cassa integrazione a Grugliasco

Sospesa la produzione di Ghibli e Quattroporte. Nei primi 9 mesi dell'anno le vendite sono calate del 15%

Maserati, 6 settimane di cassa integrazione a Grugliasco
Galleria fotografica - Nuova Maserati Ghibli Galleria fotografica - Nuova Maserati Ghibli
  • Nuova Maserati Ghibli  - anteprima 1
  • Nuova Maserati Ghibli  - anteprima 2
  • Nuova Maserati Ghibli  - anteprima 3
  • Nuova Maserati Ghibli  - anteprima 4
  • Nuova Maserati Ghibli  - anteprima 5
  • Nuova Maserati Ghibli  - anteprima 6

Lo stabilimento Maserati di Grugliasco, dove vengono assemblate la Ghibli e le Quattroporte, cesserà le attività produttive per sei settimane nei prossimi due mesi, quattro delle quali saranno consecutive a partire dal 14 di dicembre. Circa 2.000 operai che assemblano le berline del Tridente, secondo quanto reso noto da Bloomberg, andranno in cassa integrazione e avranno delle vacanze di natale molto più lunghe rispetto al solito. Si tratta, quindi, del più lungo stop alla produzione da quando le due Maserati sono state presentate e segue quello di una settimana, che ha avuto luogo il mese scorso, e che la Casa stessa aveva definito come “fisiologico degli assestamenti alla produzione”.

Vendite in calo

Stavolta, però, le linee si fermeranno per un numero di giorni molto più grande e a questo punto è impossibile non collegare questa decisione con la debolezza del mercato cinese e di quello nordamericano. I numeri parlano chiaro: nei primi nove mesi del 2015 Maserati ha venduto 22.503 auto, cioè il 15% in meno che nel 2014, che era stato l'anno record con 26.428 auto consegnate nei tre trimestri e 36.448 nei dodici mesi. Circa la metà di questo calo è da attribuire al mercato americano, dove a ottobre il Tridente ha perso il 3,1%, valore che sale al 7,6% nei primi 10 mesi. Con questo taglio alla produzione, quindi, il 2015 si chiuderà con poco più di 26.000 auto prodotte e le richieste dei concessionari verranno coperte con gli stock già esistenti.

Un mercato volubile

Le cause di questo raffreddamento di interesse verso le berline Maserati vanno ricercate negli scarsi aggiornamenti che hanno ricevuto rispetto alla concorrenza e anche in un rallentamento delle campagne di comunicazione; due situazioni comprensibili, alla luce del fatto che gli sforzi degli uomini del Tridente sono tutti concentrati sulla SUV Levante che è ormai prossima al debutto. Ma non bisogna dimenticare, infine, che quello dei marchi “esotici” è un mercato particolare, con la presenza dei dealer concentrata in alcune aree e quindi molto soggetto ai picchi di interesse di una piccola porzione di potenziali acquirenti. Insomma, dopo la “sbornia” iniziale, forse le ammiraglie italiane sono leggermente passate di moda.

Scheda Versione

Maserati Ghibli
Nome
Ghibli
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
superiore
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alessandro Vai

Tag: Attualità , Maserati , auto italiane


Listino Maserati Ghibli

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
3.0 Diesel posteriore diesel 250 3.0 5 € 67.751

LISTINO

3.0 Diesel 275cv posteriore diesel 275 3.0 5 € 67.751

LISTINO

3.0 V6 DS 250cv automatica posteriore diesel 250 3.0 5 € 68.803

LISTINO

3.0 V6 DS 275cv automatica posteriore diesel 275 3.0 5 € 68.803

LISTINO

3.0 posteriore benzina 330 3.0 5 € 69.703

LISTINO

3.0 V6 BT 330cv automatica posteriore benzina 350 3.0 5 € 72.084

LISTINO

3.0 S posteriore benzina 410 3.0 5 € 82.635

LISTINO

3.0 V6 BT 410cv S automatica posteriore benzina 410 3.0 5 € 85.105

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Vai allo speciale
  • Mitsubishi al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 24
  • Lexus al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 92
  • Kia al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 72
  • smart al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 14
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top