dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 agosto 2007

Nissan e BTIC insieme per "Star Wings"

Da Pechino arriva la ricetta per sciogliere il traffico

Nissan e BTIC insieme per "Star Wings"

Immaginate una città che cresce giorno dopo giorno, mentre si alza verso il cielo con i suoi altissimi grattacieli. Immaginate di trovarvi in una capitale che conta quasi 20 milioni di abitanti. Quante automobili credete che potreste trovere per la strada? E come pensate che sia possibile guidare mentre si è sommersi nello smog di migliaia di altre vetture?

A Pechino, la metropoli cinese che più somiglia alla nostra descrizione, si è pensato di risolvere questo problema ricorrendo alla tecnologia. E' per questo che Nissan Motor Co. Ltd. ha deciso di collaborare con il Centro informazioni sul trasporto di Pechino (BTIC) per sviluppare insieme quello che è stato chiamato "STAR WINGS ". Questo progetto dalle "ali stellari" non è altro che un prototipo di navigatore che si basa sull'idea di un sistema di trasporto intelligente (ITS), che consente la comunicazione veicolo-infrastruttura. Obiettivo: ridurre la congestione del traffico.

Il funzionamento del sistema è semplice. Il conducente riceve in tempo reale tutte le informazioni sul tragitto più rapido per arrivare a destinazione e, se le mette in pratica, guadagna tempo. Da dove vengono queste informazioni? Il calcolo dei dati si basa sugli input provenienti dai circa 10.000 taxi in circolazione che vengono convogliati verso il server BTIC per essere sottoposti all'elaborazione. Pochi minuti, e i dati vengono inviati al navigatore dell'auto grazie alla telematica. Eccoli dunque comparire sul monitor integrato nella plancia sotto forma di mappe estemporanee con l'indicazione delle attuali condizioni di traffico.

Già lo scorso gennaio Nissan e il BTIC hanno avviato a Pechino una serie di test sul sistema ITS, ed i risultati si sono rivelati incoraggianti. L'esperienza ha dimostrato la capacità effettiva di questo sistema di ridurre i tempi di percorrenza, con una media del 20%. Anche nello stesso Giappone, da settembre 2006,Nissan ha implementato questo tipo di sistema nel programma di test sul sistema di trasporto intelligente, ed ha raccolto i dati provenienti dai taxi della città diYokohama.

Il sistema pechinese è stato giudicato "dagli addetti ai lavori" come il più avanzato oggi disponibile ed ora se ne attendono gli ulteriori risultati in occasione della conferenza mondiale sull'ITS che si terrà proprio a Pechino dal 9 al 13 ottobre 2007. Sarà qui infatti che Nissan e il BTIC effettueranno un test drive ed una dimostrazione del sistema.

Come ultima battuta al riguardo non possiamo lasciare inosservate le Olimpiadi 2008, perché è questo l'evento più atteso dalla Cina negli ultimi anni. Complice il suo boom economico (la cui onda d'urto continua ad invadere ogni campo industriale, dal manifatturiero all'informatico, passando per l'automobilistico), la capitale cinese sta crescendo a vista d'occhio ed ha deciso di cambiare faccia. Per fare da cornice a "Beijing 2008" Pechino ha investito cifre da capogiro, abbattuto case antiche per costruire grattacieli e messo in piedi strutture futuristiche per ospitare i tanto attesi giochi.

Tutta questa enorme attenzione alla vita urbana pechinese presto si tradurrà in un ancor maggiore crisi di viabilità. Per questo il BTIC e Nissan hanno deciso di programmare l'implementazione del sistema ITS. Mentre Nissan studierà la possibilità di equipaggiare con il sistema una flotta di veicoli selezionati appositamente per l'occasione, il BTIC integrerà il sistema nella sua rete di taxi.
Il miglioramento dell'elevata congestione del traffico prevista durante i giochi olimpici dovrebbe essere così garantito e se l'iniziativa avrà davvero il successo sperato, in futuro, il BTIC e Nissan valuteranno la possibilità di estendere il sistema ITS ad altre città della Cina.

Autore:

Tag: Attualità , Nissan , auto giapponesi


Top