dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 4 novembre 2015

Dossier SEMA Show 2015

Chrysler 300 Super S, la versione più cattiva al SEMA

Il kit motore Mopar porta 75 CV e 60 Nm in più, mentre il colore blu la rende inconfondibile

Chrysler 300 Super S, la versione più cattiva al SEMA
Galleria fotografica - Chrysler 300 Super SGalleria fotografica - Chrysler 300 Super S
  • Chrysler 300 Super S - anteprima 1
  • Chrysler 300 Super S - anteprima 2
  • Chrysler 300 Super S - anteprima 3
  • Chrysler 300 Super S - anteprima 4
  • Chrysler 300 Super S - anteprima 5
  • Chrysler 300 Super S - anteprima 6

Nella divisione dei ruoli dei marchi del Gruppo FCA, la distinzione tra Chrysler e Dodge è chiara e negli Stati Uniti, dove entrambi hanno una lunga tradizione, è addirittura netta. Ma al SEMA di Las Vegas tutte queste regole non valgono più e qualunque auto può trasformarsi in qualsiasi altra cosa. È il caso della Chrysler 300 S, che per l'occasione diventa Super S, diventando di fatto il modello più cattivo, dopo che la versione SRT è uscita dal listino. Da questa, infatti, riprende il motore, quel 5.7 litri V8 Hemi che in Europa abbiamo sulla Jeep Grand Cherokee. In questo caso, però, è stato aggiunto il performance kit “Scat Pack 3”, prodotto da Mopar, che ha portato la potenza del propulsore da 363 a 438 CV e la coppia massima da 534 Nm a 593 Nm, praticamente 60 Nm in più.

9.000 dollari e garanzia ufficiale

L'incremento di prestazioni dello Scat Pack 3 è dovuto a modifiche al sistema di aspirazione, agli alberi a camme, alla centralina, alle teste dei cilindri e al sistema di scarico. Si può acquistare direttamente da Mopar a poco più di 9.000 dollari e il suo montaggio non fa decadere la garanzia ufficiale. Quanto al resto della meccanica, la Chrysler 300 Super S ha un set-up delle sospensioni più rigido (e basso) e un impianto frenante potenziato. Un tuning abbastanza leggero, quindi, ma di sostanza. Gli interventi estetici, invece, si notato molto di più, a partire dal nuovo paraurti anteriore con lo scudo più prominente e la griglia con effetto “a puntini”, mentre le minigonne laterali donano aggressività.

Cerchi da 22 pollici

La colorazione, poi, è assolutamente distintiva. Non capita tutti i giorni di vedere una berlina di 5 metri in un blu chiaro di questa tonalità, ma anche i cerchi in lega da 22 pollici con disegno spiccatamente racing non sono da meno. Inoltre, ci sono tutta una serie di dettagli scuri che contribuiscono ad “alleggerire” l'impatto visivo della 300 Super S, come le cornici sui finestrini, le lenti dei proiettori anteriori, quelle dei fendinebbia e le calotte scure degli specchietti retrovisori. All'interno, infine, ci sono si sedili in pelle Katzin, una leva del cambio a T e un volante con fondo tagliato.

Chrysler 300 S, live dal SEMA

75 cavalli in più e colore blu chiaro. Chrysler ha portato al SEMA di Las Vegas la versione speciale 300 S, che Giuliano ha potuto vedere da vicino al Museo dei Neon

Autore: Alessandro Vai

Tag: Prototipi e Concept , Chrysler , autoaccessori


Top