dalla Home

Mercato

pubblicato il 2 novembre 2015

Mercato auto, la ripresa continua

Le vendite ai privati ripartono, mentre rallenta il noleggio. Bene Fiat, passo indietro per Volkswagen e Toyota

Mercato auto, la ripresa continua

Il mercato dell’auto in Italia continua a crescere. Ad ottobre sono state immatricolate 10.484 auto in più rispetto all’anno scorso (132.929 vs 122.445 unità, +8,6%) ed il segnale incoraggiante è che a tornare dal concessionarie sono state le famiglie. Le vendite ai privati sono salite del 13,6%, mentre il noleggio è arretrato del 4,4% e le immatricolazioni alle società si sono arenate (+0,9%). Da inizio anno le vetture vendute in Italia sono così aumentate del 14,7% con 1.330.005 unità rispetto a 1.154.883 del gennaio-ottobre 2014. Tra i costruttori la crescita più significativa in termini percentuali l’hanno registrata Daimler (+42,44%) e Suzuki (+42,37%), mentre il Gruppo Fiat ha archiviato il mese con un +10,81% e Volkswagen ha rallentato, con un -0,35%, e Toyota è arretrata del 14,37%.

La domanda dei privati si è ripresa

Ad ottobre gli acquisti dei privati sono risaliti di ben 13,6 punti percentuali, con una crescita di oltre 3 punti in quota, raggiungendo il 68,4% del totale. Le immatricolazioni a noleggio sono invece tornate a scendere (-4,4%) per via del breve termine che ha perso il 45,7% in volume, mentre il lungo termine è cresciuto del 10,9%. Sul versante delle motorizzazioni, le diesel e benzina hanno continuato a crescere a doppia cifra, incrementando la propria quota di mercato, rispettivamente al 55,6% e al 32% del totale. Le vetture a GPL invece hanno perso ancora (stavolta il 30% in volume), così come quelle a metano (-33,3%). Infine, sul fronte dell’usato, i passaggi di proprietà al netto delle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario, in attesa della rivendita al cliente finale) sono saliti appena dell’1,6% a 433.280 unità (426.651 nell’ottobre 2014).

Bene Fiat e PSA, perdono Volkswagen, Toyota e Renault

All’interno del Gruppo Fiat, che ha chiuso il mese a +10,81%, i marchi Alfa Romeo e Lancia sono andati in rosso (rispettivamente del 9,22% e 23,58%), mentre Jeep ha proseguito la sua corsa a tripla cifra (+102,21%), Fiat ha incassato un +15,98% ed il polo del lusso - Ferrari e Maserati - ha chiuso in positivo (rispettivamente +26,67% e +4,46%). Volkswagen invece si è mantenuto stabile con un +0,35%, in cui a perdere sono stati i marchi Volkswagen (-6,85%) e Seat (-11,17%), probabilmente per un primo effetto del dieselgate. Bene PSA e Ford con rispettivamente un +10,21% e 9,26%; mentre hanno chiuso in negativo Renault (-3,62%) e Toyota (-14,37%). Di seguito tutti i dettagli del mese.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top