Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 2 novembre 2015

Car sharing e car pooling? Ecco cosa ne pensano davvero gli italiani

L’argomento è hot, con oltre 106mila discussioni sul web. E al governi Renzi gli user dicono…

Car sharing e car pooling? Ecco cosa ne pensano davvero gli italiani
Galleria fotografica - car2goGalleria fotografica - car2go
  • car2go - anteprima 1
  • car2go - anteprima 2
  • car2go - anteprima 3
  • car2go - anteprima 4
  • car2go - anteprima 5
  • car2go - anteprima 6

L’auto di proprietà è fuori moda. Il successo del car sharing e del car pooling, vuoi anche per la crisi economica, è indiscutibile ed hanno contribuito a realizzarlo anche alcuni costruttori, come Daimler con car2go o Fiat (ed Eni) con Enjoy. Di car sharing e car pooling in Italia se ne parla su più di 1.500 forum e blog, con oltre 106mila discussioni in tutta la rete, senza contare i social network, che in questo campo la fanno da padrone. Su Twitter, che è il canale più utilizzato sull’argomento, si contano oltre 89mila tweet, per mezzo miliardo di potenziali visualizzazioni. Ma cosa contengono questi messaggi? Cosa pensano gli italiani del car sharing e del car pooling? La risposta l’ha data la ricerca “#Vieniviaconme - Gli italiani e le nuove forme di mobilità condivisa” che è stata realizzata da Fleed Digital Counsulting. Da un lato sono emerse le richieste al Governo e alle politica in generale e dall’altro i suggerimenti per migliorare il servizio. Vediamo in dettaglio.

Cosa dovrebbe fare la politica

Gli italiani sono tutti d’accordo con l’affermare che per il car sharing ed il car pooling servono nuove leggi che al più presto regolamentino il fenomeno, ormai consolidato da anni e che in tutto il mondo, nel 2024, verrà usato da 23,4 milioni di persone. L'obiettivo è anche dare una maggiore sicurezza a chi utilizza il servizio, precisando diritti e doveri delle parti coinvolte. Il desiderio condiviso è che il governo sia più attivo e che le amministrazioni locali siano maggiormente pronte allargando il servizio in maniera capillare sia all’interno delle città che nelle periferie, garantendo però la tutela delle vetture (lo abbiamo scritto anche noi: nelle zone meno nobili delle città si ripetono gli atti di vandalismo contro le auto in condivisione).

Le idee per migliorare il servizio

La rete è soddisfatta del servizio dato dalle aziende, ma suggerisce di utilizzare di più le funzionalità delle community, come il voting o l’indice di affidabilità condivisa, per consentire agli utenti di autogestirsi ed evitare comportamenti scorretti. Altre richieste riguardano i piani fedeltà per chi fa largo uso del servizio, con sconti agli heavy user o premi per chi fornisce segnalazioni utili o si comporta in maniera particolarmente virtuosa.

Galleria fotografica - Enjoy, il car sharing di Eni e FiatGalleria fotografica - Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat
  • Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat - anteprima 1
  • Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat - anteprima 2
  • Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat - anteprima 3
  • Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat - anteprima 4
  • Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat - anteprima 5
  • Enjoy, il car sharing di Eni e Fiat - anteprima 6

Autore:

Tag: Attualità , car pooling , car sharing


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 57
  •  - Salone di Parigi 2016 -
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top