dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 28 ottobre 2015

Dossier Tokyo Motor Show 2015

Suzuki Ignis torna in Italia ed è tutta nuova

Il piccolo crossover debutta a Tokyo con il 1.2 DualJet e il nuovo 1.0 turbo tre cilindri

Suzuki Ignis torna in Italia ed è tutta nuova
Galleria fotografica - Suzuki Ignis 2016Galleria fotografica - Suzuki Ignis 2016
  • Suzuki Ignis 2016 - anteprima 1
  • Suzuki Ignis 2016 - anteprima 2
  • Suzuki Ignis 2016 - anteprima 3
  • Suzuki Ignis 2016 - anteprima 4
  • Suzuki Ignis 2016 - anteprima 5
  • Suzuki Ignis 2016 - anteprima 6

È un periodo a metà tra vintage e futuro per Suzuki, perché accanto alla nuova Vitara in questi mesi il costruttore giapponese sta aggiungendo alla sua gamma altri nomi che arrivano dal passato. La Baleno è stata già svelata al pubblico poche settimane fa a Francoforte e arriverà in Italia il prossimo anno, mentre al Salone di Tokyo fa il suo debutto un altro modello destinato anche all'Europa il cui nome vi suonerà familiare: Suzuki Ignis. La Ignis è la discendente di produzione del concept iM-4 visto al Salone di Ginevra di quest'anno e ha le forme di un "baby crossover" lungo poco più di 3,6 metri, che affiancherà la Celerio nell'offerta Suzuki per il segmento A. Per ora il nome Ignis è ufficiale solo nel mercato giapponese, ma è probabile che la casa riprenderà anche in Italia questa nomenclatura già usata dal 2000 al 2008 per un modello molto simile nella sostanza da mini-SUV.

Sotto il cofano, la Ignis offrirà due opzioni a benzina: il 1.2 DualJet già presente sulla Swift e il nuovo 1.0 turbo tre cilindri a iniezione diretta lanciato con la Baleno. La sua principale e unica rivale diretta sarà la Fiat Panda 4x4, perché il piccolo crossover Suzuki sarà disponibile sia con la trazione anteriore, che con quella integrale. Gli amanti dei fuoristrada "duri e puri" possono stare tranquilli, perché la Ignis non sostituirà la mitica Jimny. Quest'ultima - nonostante sia in commercio sostanzialmente immutata dal 1998 - continuerà a essere venduta così com'è almeno fino al 2018, per poi essere sostituita da un nuovo modello che ne aggiornerà le caratteristiche senza perderne l'essenza, assicurano in Suzuki. Il direttore generale di Suzuki Italia Massimo Nalli, interrogato sui tempi d'arrivo della Ignis sul mercato italiano, ci ha risposto così: "Per ora viene lanciata in Giappone, ma per arrivare da noi non credo passeranno anni, piuttosto mesi. Suzuki ha promesso un modello l'anno e il 2016 è quello della Baleno, ma potremmo persino mantenere un po' di più di quanto promesso, quindi è possibile che la Ignis arrivi in Italia verso la fine del 2016".

Autore: Andrea Fiorello

Tag: Anticipazioni , Suzuki , auto giapponesi , tokyo


Top