dalla Home

Attualità

pubblicato il 21 ottobre 2015

Tim Cook (Apple): "L'industria dell'auto è prossima a una rivoluzione"

L'elettrificazione, la guida autonoma e il software saranno i pilastri del futuro

Tim Cook (Apple): "L'industria dell'auto è prossima a una rivoluzione"
Galleria fotografica - Apple WatchGalleria fotografica - Apple Watch
  • Apple Watch - anteprima 1
  • Apple Watch - anteprima 2
  • Apple Watch - anteprima 3
  • Apple Watch - anteprima 4
  • Apple Watch - anteprima 5
  • Apple Watch - anteprima 6

L'industria dell'auto è sull'orlo di un cambiamento epocale e se lo dice Tim Cook, numero uno della Apple, forse gli si può anche credere. E gli attori di questa rivoluzione saranno le aziende più importanti del mondo, non solo quelle che da più o meno cento anni si occupano di produrre automobili. I driver principali di quelle che forse potranno definirsi come “Automobili 2.0” saranno sostanzialmente tre: la crescente importanza e pervasività del software, la guida autonoma e l'inizio della fine del motore a combustione interna a favore di quello elettrico. In effetti, se si guarda alla vetture attuali e si fa un confronto con quelle dei primi del Novecento, di vere rivoluzioni non ce ne sono mai state.

iPhone experience

“Penso che siamo prossimi a un grande cambiamento – ha detto Cook durante un intervista con il Wall Street Journal – non pretendo che nessuno sia d'accordo con me ma io la penso così”. Ascoltando queste parole viene spontaneo domandarsi se anche la Apple entrerà nel mercato dell'auto, ma a questo interrogativo Cook non ha voluto rispondere - tentando di celare quello che è quasi un segreto di Pulcinella – concentrandosi invece su Apple Car Play, il software dedicato ai sistemi di infotainment delle auto che permette i usare l'Iphone in piena integrazione con i dispositivi di bordo e senza distrarsi dalla guida. In questo caso l'obiettivo dell'azienda di Cupertino è quello di portare in auto la “iPhone experience”.

Il business si allarga

Dichiarazioni molto abbottonate che però non riescono a nascondere la realtà dei fatti, cioè che la Apple sta sempre più diversificando il suo business rispetto a quello dei meri prodotti informatici. E se Cook non ha voluto fornire numeri sulle sorti commerciali dell'Apple Watch, limitandosi a dire che le vendite sono in crescita di trimestre in trimestre, il prossimo debutto della Apple TV il fatto che Apple Music abbia raggiunto i 6,5 milioni di utenti e che negli Stati Uniti gli iPhone si possano acquistare direttamente dalla Apple bypassando gli operatori telefonici, certificano l'ampliamento dei settori di business di Cupertino. Per sapere se il prossimo sarà quello delle automobili, però, bisogna aspettare il 2019, data in cui il progetto Titan dovrebbe diventare iCar.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Attualità , app , guida autonoma , ipad , iphone


Top