dalla Home

Home » Argomenti » Auto e Salute

pubblicato il 20 ottobre 2015

Dossier Auto e Salute

Mal di schiena, cosa fare per prevenirlo in auto

La giusta posizione durante la guida, il carico dei bagagli o il cambio di una gomma può fare la differenza

Mal di schiena, cosa fare per prevenirlo in auto
Galleria fotografica - La postura in autoGalleria fotografica - La postura in auto
  • 1. Portare il sedile ad una altezza giusta - anteprima 1
  • 2. Regolare la posizione del sedile in modo da riuscire a premere a fondo i pedali - anteprima 2
  • 3. Se possibile, regolare la seduta per evitare zone di pressione dietro le ginocchia   - anteprima 3
  • 4. Regolare lo schienale per dare un buon supporto a tutta la colonna vertebrale - anteprima 4
  • 5. Quando presente, regolare il supporto lombare   - anteprima 5
  • 6. Regolare l\'altezza e la profondit - anteprima 6

Subdolo, silenzioso, maledetto: è il mal di schiena. Che spesso arriva senza preavviso: magari vi state chinando e avvertite un dolore. Oppure fate un movimento consueto per raccogliere qualcosa e all’improvviso, come una pugnalata alle spalle, un dolore acutissimo vi blocca la schiena. Come ricorda un recente rapporto Inali (“I disturbi muscoloscheletrici lavorativi”), il lavoro quotidiano, di qualsiasi genere, può alla lunga andare a colpire la schiena. Il sollevamento e il trasporto di carichi pesanti logorano la colonna vertebrale giorno dopo giorno e ne minano l’integrità. Così succede per le lesioni al polso, al gomito o alle spalle, a causa di movimenti e sforzi ripetuti, operando sempre allo stesso modo in tante lavorazioni. Ma anche stando a lungo nella stessa posizione, spesso in modo incongruo e disagevole, davanti a un video, in un call-center o in un ufficio. O in auto.

Quali soluzioni

1# In anticipo. L’Inail punta sulla prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici prevede innanzitutto l’eliminazione delle cause meccaniche che li determinano. Si deve ridurre/contenere il rischio il più possibile attraverso le posture corrette quando si sollevano pesi. Se dovete caricare sacchetti e valigie in auto, è importante conoscere le posizioni corrette per evitare disturbi all’apparato muscoloscheletrico. Sì alle gambe piegate con la schiena dritta, no alle game dritte con la schiena piegata: è semplice.

2# Rotazione. Dovete spostare oggetti? L’Inail consiglia di avvicinare l’oggetto (come valigie da caricare in auto o sul tetto) al corpo. Evitare di ruotare solo il tronco, ma girare tutto il corpo, spostandosi con gli arti inferiori. Evitare di tenere il carico lontano dal corpo: è assai pericoloso effettuare il movimento soprattutto se il peso è elevato o se il tronco è flesso in avanti.

3# La zona decisiva. Sentiamo l’Inail: è preferibile spostare oggetti nella zona compresa tra l’altezza delle spalle e l’altezza delle nocche (mani a pugno lungo i fianchi). Si eviterà in tal modo di assumere posizioni pericolose per la schiena.

4# Valigioni: attenzione. Quando il trasporto manuale è inevitabile, è meglio dividere il carico in due contenitori, portandoli contemporaneamente. Nel caso del trasporto di un unico carico con manico è consigliabile alternare frequentemente il lato.

5# Cambio gomma: no. Con il termine “lavori a terra” ci si riferisce a tutte quelle lavorazioni che prevedono sollevamento, posa, raccolta di materiali a terra quali: lavorazioni di pavimenti, semina, piantagione e raccolta di frutta. Ma anche, per analogia, cambio gomme dell’auto. Evitare di sollevare o posare il materiale mantenendo il tronco flesso o gli arti inferiori ritti; mantenendo il carico lontano dal corpo.

6# Cambio gomma: sì. Le posizioni più corrette a terra sono quelle di: corpo piegato; ginocchio appoggiato. Se le cose vanno per le lunghe, è però importante, dice l’Inail, cambiare spesso posizione delle ginocchia e comunque alzarsi in piedi per sgranchirsi gambe e schiena appena se ne avverta la necessità.

La postura in auto

Ve l’avranno ripetuto mille volte: la postura perfetta in auto è fondamentale per la schiena. Dovete sedervi né rannicchiati né troppo distesi. L’Inail ricorda che, per evitare i disturbi alla colonna vertebrale, è importante cambiare posizione spesso (almeno ogni ora), alternando la posizione seduta con quella in piedi o viceversa, facendo qualche passo e muovendo la schiena, le spalle, il collo e le braccia. Regoletta che, per pochi millimetri, vale anche in auto; in più, ogni tanto, specie nei viaggi, sgranchitevi le gambe. E favorite la circolazione sanguigna, nonché il rilassamento dei muscoli della schiena.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , salute


Top