dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 24 luglio 2007

Nissan inizia la sperimentazione del "Drink-Driving"

Se bevi troppo l’auto non parte!

Nissan inizia la sperimentazione del "Drink-Driving"
Galleria fotografica - Drink Driving by NissanGalleria fotografica - Drink Driving by Nissan
  • Drink Driving by Nissan - anteprima 1
  • Drink Driving by Nissan - anteprima 2
  • Drink Driving by Nissan - anteprima 3

Non appena sali a bordo della tua auto, premi Start e respira nell'apposito "breathalyser". Se il tasso alcolico nel tuo sangue è lecito, niente paura, il motore della vettura si metterà in moto normalmente.

Questa procedura non è fantascienza, ma è esattamente ciò che Nissan vuole ottenere mettendo a punto una nuova tecnologia appena battezzata "drink-driving". La Casa giapponese ha infatti deciso di avviare nel proprio Paese la sperimentazione di questo sistema elettronico di autotest attraverso cui il guidatore potrà tenere sotto controllo il proprio stato d'ebbrezza ed evitare così di mettersi al volante nel caso in cui le sue condizioni fisiche non fossero "idonee" per circolare.

La tecnologia "drink-driving" è un sistema preventivo studiato appositamente affinché sia il veicolo stesso ad "immobilizzarsi" nel caso in cui il guidatore abbia bevuto troppo. Per il momento il sistema verrà installato su diverse vetture in prova in alcune città giapponesi, come a Kitakyshu, Kaminokawa o Atsugi. A "fare da cavie" saranno delle auto che circoleranno per strada nelle ore diurne, mentre allo stesso tempo verranno monitorati i molteplici fattori che entrano in gioco nel nostro corpo quando si beve troppo.

Tutti i risultati che verranno raccolti grazie a questi test non soltanto verranno utilizzati dalla Nissan per collaudare il "drink-driving ", ma serviranno anche per sviluppare altre tecnologie che possano aiutare a ridurre gli incidenti dovuti alla guida in stato d'ebbrezza.

Autore:

Tag: Curiosità , Nissan , sicurezza stradale


Top