dalla Home

Mercato

pubblicato il 24 luglio 2007

Il Gruppo Chrysler investe in Canada

Per Brampton sono stati spesi 1,2 miliardi di dollari!

Il Gruppo Chrysler investe in Canada

Nei piani di crescita del Gruppo Chrysler c'è l'obiettivo di aumentare la propria produzione in modo progressivo partendo da un unico investimento: 1.2 miliardi di dollari spesi per produrre nello stabilimento di Brampton (Canada) la futura generazione di Chrysler 300C, Dodge Magnum e Dodge Charger. In questo modo la fabbrica dell'Ontario, che ha inoltre appena celebrato la nascita del milionesimo modello su piattaforma LX a trazione posteriore, aumenterà la propria capacità produttiva tanto da arrivare, entro il 2010, all'assemblaggio di tutti i modelli con piattaforma LX destinati ai mercati internazionali. Più esattamente, per allestire la piattaforma LX per le vetture destinate al mercato europeo (attualmente basata a Graz, in Austria) sono stati spesi altri 500 milioni di dollari.

La scelta di erogare questa somma è stata dettata essenzialmente dalla volontà "di soddisfare i parametri di sicurezza, qualità, efficienza e contenimento dei costi", come ha spiegato il vice Presidente Chrysler Group Frank Ewasyshyn. Molta soddisfazione è stata inoltre espressa riguardo al supporto ottenuto del CAW (il sindacato dei lavoratori DaimlerChrysler Canada) nonché dai collaboratori che hanno sostenuto "con grinta la decisione di intraprendere questo nuovo investimento".

"Siamo molto lieti che il nostro impegno abbia permesso alla fabbrica di Brampton di acquisire non soltanto un nuovo prodotto da assemblare, ma anche un ruolo significativo all'interno della produzione del Gruppo Chrysler", ha detto il Plant Manager Brampton Assembly Plant, Alberto Gonzalez. Questi ha inoltre ricordato l'orgoglio del marchio riguardo la "produzione del milionesimo modello LX" avventuta proprio a Brampton, un'assemblaggio che avrebbe testimoniato "il successo di questo prodotto".

Da notare infine che il miliardo di dollari speso per lo stabilimento canadese non avrà alcun effetto sulla produzione di Chrysler 300C destinata al mercato cinese da parte della Beijing-Benz DaimlerChrysler.

Autore:

Tag: Mercato , Chrysler , produzione


Top