dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 24 luglio 2007

Audi punta su motori diesel più puliti

Dal 2008 TDI meno inquinanti, e poi...

Audi punta su motori diesel più puliti

A partire dalla seconda metà del 2008, Audi introdurrà nuovi motori Diesel basati sull'ultima generazione dei TDI, ma che promettono di essere sensibilmente più ecologici. La prima unità propulsiva sarà un V6 3 litri che andrà ad equipaggiare le A4 e Q7, sviluppando 240 cavalli per una coppia massima di 500 Nm nella A4 (550 Nm nella Q7). Ulteriori motorizzazioni seguiranno progressivamente su altri modelli fino a completare il processo nel 2010. "E' nostra intenzione consolidare la posizione del TDI come propulsore altamente efficiente nel lungo termine - ha detto il Presidente del Consiglio di Amministrazione della AUDI AG, Rupert Stadler -. Nel futuro produrremo in grande serie modelli "e" progettati per un'economia di esercizio ottimale, basati sia sui TDI che su motori benzina dotati di tecnologia TFSI".

Ma cos'avranno questi futuri TDI di così speciale? Semplicemente una serie di affinamenti tecnici volti a migliorarne l'efficienza. Tra le novità tecniche degne di nota, troviamo i sensori nella camera di combustione che permettono una regolazione più precisa dei processi di combustione. A fare da cornice, un nuovo sistema di controllo delle emissioni che riduce le emissioni di ossido di nitrogeno del 90%, grazie ad un additivo biodegradabile (AdBlue) che a piccole dosi viene iniettato a monte del convertitore catalitico DeNOx. Quest'ultima soluzione ricalca quella impiegata sui TDI commercializzati sul mercato Nordamericano (più severo in materia di norme anti inquinamento per i motori diesel) con la denominazione Bluetec.

Tra le altre promesse "verdi" di Audi non manca quella di una propulsione ibrida, il cui progetto riguarda innanzitutto la Q7. Su questo modello, infatti, la Casa di Ingolstadt ha in mente di montare un "ibrido pieno", ovvero un motore in grado di funzionare sia mediante il solo motore benzina sia mediante quello elettrico (oppure impiegarli entrambi simultaneamente). Purtroppo non è stata ancora ufficializzata una data precisa di lancio sul mercato.

In materia di carburanti alternativi, Audi sta lavorando invece su un prototipo CNG (a metano), che dovrebbe assicurare emissioni di CO2 mediamente ridotte di circa 20 punti percentual.
Steso discorso vale per un motore alimentato etanolo E85: l'emissione di CO2 è di circa il 75% inferiore (utilizzando bioetanolo di seconda generazione) rispetto all'utilizzo di carburante tradizionale derivato dal petrolio.

Al Salone di Francoforte ne sapremo di più e magari si potranno toccare con mano le prima novità.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Audi


Top