dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 ottobre 2015

Cina, il mega-ingorgo durante la settimana di ferie nazionali

Un drone riprende l'incredibile situazione di un casello, dove migliaia di auto rimangono imbottigliate

Cina, il mega-ingorgo durante la settimana di ferie nazionali
Galleria fotografica - Cina, il più grande ingorgo stradale al mondoGalleria fotografica - Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo
  • Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo - anteprima 1
  • Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo - anteprima 2
  • Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo - anteprima 3
  • Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo - anteprima 4
  • Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo - anteprima 5
  • Cina, il più grande ingorgo stradale al mondo - anteprima 6

Milanesi che odiate la tangenziale e romani terrorizzati dal Grande Raccordo Anulare, fate un bel sorriso e pensate che c'è chi sta peggio di voi. In Cina, infatti, i mega-ingorghi non sono affatto rari, come quello del 2010 che creò una coda “lunga” 9 giorni, oppure nel 2012, quando le autorità, preoccupate che si ripetesse un evento del genere, decisero di non riscuotere il pedaggio. In questi giorni non siamo arrivati a situazioni di tale drammaticità ma quasi e la causa è sempre la Golden Week, ovvero una settimana di ferie nazionali (pagate) che il Governo ha istituito nel 2000 e che spinge la maggior parte dei cinesi a muoversi, o su strada o con le ferrovie, dove per “maggior parte” si intende circa 750 milioni di persone che devono spostarsi per raggiungere una qualche destinazione.

Una parte di questa imponente massa di persone, quindi, si rivesta nelle automobili – si stima che nella prima giornata di inizio delle ferie siano entrate a Beijing qualcosa come 125.000 auto – che occupano un certo spazio. Così, se qualche genio della viabilità cinese decide di mettere un nuovo casello sulla G4, cioè l'autostrada Beijing-Hong Kong-Macau, praticamente una arteria che taglia in due il Paese e in cui si riversa il traffico di moltissime cittadine minore, e di tagliare contemporaneamente il numero di “porte” da 50 a 25, ecco che succede il patatrac. A tutto questo bisogna aggiungere un po' di nebbia da smog, che certo non facilita le cose, ed ecco il risultato di migliaia di automobili imbottigliate prima e dopo il casello, come riporta diligentemente l'immancabile drone.

Fonte immagine: Telegraph

Cina, l'ingorgo stradale più grande al mondo

L'ingorgo stradale sulla G4 Beijing-Hong Kong-Macau al termine della settimana nazionale di vacanza, la Golden Week, in Cina

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , cina , dall'estero


Top