dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 ottobre 2015

Siata 208, capolavoro italiano da 2 mln di dollari

La regina dell’asta RM Sotheby's è l’Aston Martin DB4 GT Zagato, ma la piccola torinese spicca su tutte

Siata 208, capolavoro italiano da 2 mln di dollari
Galleria fotografica - Siata 208 - RM Sotheby'sGalleria fotografica - Siata 208 - RM Sotheby's
  • Siata 208 - RM Sotheby\'s - anteprima 1
  • Siata 208 - RM Sotheby\'s - anteprima 2
  • Siata 208 - RM Sotheby\'s - anteprima 3
  • Siata 208 - RM Sotheby\'s - anteprima 4
  • Siata 208 - RM Sotheby\'s - anteprima 5
  • Siata 208 - RM Sotheby\'s - anteprima 6

Ok, i puristi e gli storici dell’automobile di tutto il mondo considerano l’Aston Martin DB4GT Zagato la vera regina dell’asta RM Sotheby's in programma a New York il prossimo 10 dicembre, ma noi, da buoni italiani, tifiamo per la Siata 208 che partecia alla stessa vendita ed è interamente “Made in Italy”. Se infatti la coupé inglese del 1962 ha la spettacolare carrozzeria firmata Zagato, una discreta storia sportiva - comunque inferiore a quella della Ferrari 250 GTO - e una stima d’asta disponibile solo su richiesta (probabilmente vicina ai 3 milioni di dollari), la Siata 208 ha dalla sua il fascino dell’italianità più pura, elegante e compatta come solo sa essere una spider torinese del 1954 disegnata da Michelotti.

L’eccezionale Siata 208 con telaio BS 535 è l’ultima delle 35 realizzate con carrozzeria Motto e nasconde sotto al lungo cofano anteriore un vero gioiello motoristico degli Anni ‘50: si tratta del V8 Fiat Tipo 104 che spingeva anche la splendida Fiat 8V, un due litri otto cilindri da quasi 140 CV che le faceva raggiungere i 200 km/h. L’esemplare in vendita a New York ha una stima d’asta di 1,5/1,9 milioni di dollari (1,3/1,6 milioni di euro) ed è stata esportata negli USA nel 1955 dove è rimasta fino ad oggi nelle mani di attenti collezionisti che l’hanno anche restaurata nel 2011 e le hanno fatto fare il classico “giro dei concorsi”, Pebble Beach e Villa d’Este compresi. Per descrivere a pieno questa Siata 208 bastano le parole di Steve McQueen che correva con una 208S e la chiamava “la mia piccola Ferrari”.

Galleria fotografica - Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby'sGalleria fotografica - Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby's
  • Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby\'s - anteprima 1
  • Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby\'s - anteprima 2
  • Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby\'s - anteprima 3
  • Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby\'s - anteprima 4
  • Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby\'s - anteprima 5
  • Aston Martin DB4 GT Zagato - RM Sotheby\'s - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , aste , auto italiane , auto storiche


Top