dalla Home

Interviste

pubblicato il 8 ottobre 2015

Lapo Elkann a ruota libera su Dieselgate, Renzi e Marchionne

Una chiacchierata durante l'inaugurazione della nuova sede di Garage Italia Customs

Lapo Elkann a ruota libera su Dieselgate, Renzi e Marchionne
Galleria fotografica - Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sedeGalleria fotografica - Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede
  • Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede - anteprima 1
  • Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede - anteprima 2
  • Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede - anteprima 3
  • Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede - anteprima 4
  • Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede - anteprima 5
  • Lapo Elkann e Garage Italia Customs, la nuova sede - anteprima 6

In occasione dell'inaugurazione della nuova sede di Garage Italia Customs, Lapo ha parlato un po' di tutto. E siccome lui non è tipo al quale le dichiarazioni vanno tirate fuori con le pinze, ascoltarlo è sempre interessante, al di là del fatto che se ne possano condividere o meno le opinioni. Eccentrico, spontaneo, per alcuni sopra le righe, di certo non è banale. Alla fine della presentazione della nuova sede di Garage Italia Customs ha accettato di fare una chiacchierata con qualche giornalista. E anche stavolta non tutto ciò che ha detto rientra nel "formulario" del politically correct. 

Dal Dieselgate a Matteo Renzi...

La prima domanda, inevitabilmente, riguarda la Volkswagen e lo scandalo dieselgate nel quale si è infilata. L'opinione di Lapo? "Sono dispiaciuto per l'accaduto, ma da italiano un po' meno. Così Angela Merkel smetterà almeno per un po' di bacchettarci". A proposito di politica, questo il suo pensiero sul primo ministro italiano Matteo Renzi: "Da imprenditore sono convinto che averlo come Presidente del Consiglio sia un valore aggiunto, perché porta in alto la nostra bandiera nel mondo. Ecco perché gli auguro una lunga carriera da premier. Abbiamo bisogno di persone come lui, che fanno". 

Il rapporto con Sergio Marchionne

Altra figura carismatica, in Italia e nel mondo, è quella di Sergio Marchionne, con il quale Lapo Elkann ha avuto modo di lavorare: un top manager che per molti aspetti (forse per tutto) si può considerare l'esatto opposto di lui, ma per il quale Lapo ha parole lusinghiere: "Ho lavorato con Marchionne nel periodo più buio della Fiat e credo che se non avessi fatto quell'esperienza non avrei avuto la caparbietà per intraprendere questa sfida". Alla domanda: "su quale auto ti piacerebbe mettere le mani?", la risposta è articolata: "Se me lo chiedessero, darei una mia interpretazione della Ferrari di F1 (dubitiamo, ndr). Un grande onore sarebbe poter personalizzare anche l'Alfa Romeo Giulia... A proposito, ne ho comprata una in versione Quadrifoglio (quindi questa arriverà di sicuro). La mia azienda ha inoltre già avviato contatti con FCA, BMW e Mercedes, con l'obiettivo di espandersi anche all'estero, USA ed Emirati Arabi in primis. Infine, l'immancabile battuta sulla Juventus: "La battaglia per lo scudetto è molto lunga e la si vince solo alla fine. Noi abbiamo una squadra attrezzata molto bene per raggiungere lo scopo"

Autore:

Tag: Interviste , interviste


Top