dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 8 ottobre 2015

Dossier Tokyo Motor Show 2015

Toyota S-FR, grinta tascabile

La concept che debutta a Tokyo fa sperare in una futura "baby GT86"

Toyota S-FR, grinta tascabile
Galleria fotografica - Toyota S-FRGalleria fotografica - Toyota S-FR
  • Toyota S-FR - anteprima 1
  • Toyota S-FR - anteprima 2
  • Toyota S-FR - anteprima 3
  • Toyota S-FR - anteprima 4
  • Toyota S-FR - anteprima 5
  • Toyota S-FR - anteprima 6

Per fortuna è solo una concept, altrimenti la Toyota S-FR potrebbe far innamorare perdutamente tutti coloro che da tempo aspettano una vettura sportiva compatta - anzi compattissima - entro i 4 metri di lunghezza e ultraleggera. Per di più il giallo prototipo che esordisce al Salone di Tokyo (29 ottobre - 9 novembre 2015) ha posto per quattro persone - anche se non si direbbe - e un'architettura tipica delle sportive Toyota in stile GT86, ovvero motore anteriore arretrato fin quasi a posizionarsi al centro della vetturetta e trazione posteriore, da cui il nome FR che significa proprio "Front engine/Rear drive". Che sia allo studio una versione compatta della GT86?

Sportiva entro i 4 metri

La Casa giapponese non lo dice, ma la S iniziale sta probabilmente per "Small", cioè piccola come lasciano intuire le sue misure esterne di 3.990x1.695x1.320 mm che la rendono più lunga e bassa di una Fiat 500 e simile negli ingombri ad un'Audi A1. Il passo di 2.480 mm della Toyota S-FR concept è simile a quello della Yaris, giusto per rimanere in Toyota, mentre le forme da sportiva in miniatura hanno imposto un lungo cofano motore, un abitacolo arretrato che fa da base per una coda filante e ribassata che di lato ricorda vagamente il trattamento dei volumi della Fiat 500 Coupé Zagato 2011. Il posteriore arrotondato della S-FR si chiude poi con fari tondi dall'aspetto intonato con quelli anteriori sotto lente trasparente.

Distribuzione dei pesi ottimale

Lo stile non è però fine a sé stesso, dato che lo scopo principale di queste forme è quello di ottenere una distribuzione dei pesi ottimale, con sospensioni indipendenti che garantiscano "prestazioni eccezionali in curva". La potenza e la cilindrata del motore non è stata ancora svelata, ma sappiamo solo che è collegato alla trazione posteriore con un cambio manuale a 6 marce. L'abitacolo è un tripudio di elementi sportivi come la strumentazione digitale con tachimetro e contagiri concentrici, violante rivestito in pelle, sedili a guscio e ambiente nero con dettagli a contrasto gialli.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Toyota , auto giapponesi , tokyo


Top