dalla Home

Motorsport

pubblicato il 18 luglio 2007

Ferrari da il via alla seconda asta sul web

Acquistabili ben sette pezzi di vetture ex-ufficiali F1

Ferrari da il via alla seconda asta sul web
Galleria fotografica - Seconda asta FerrariGalleria fotografica - Seconda asta Ferrari
  • Seconda asta Ferrari - anteprima 1
  • Seconda asta Ferrari - anteprima 2
  • Seconda asta Ferrari - anteprima 3
  • Seconda asta Ferrari - anteprima 4
  • Seconda asta Ferrari - anteprima 5
  • Seconda asta Ferrari - anteprima 6

La prima asta virtuale di FerrariStore.com ha riscosso così tanto successo che la Casa di Maranello non soltanto ha deciso di replicare ma perfino di alzare da 5 a 7 il numero dei pezzi acquistabili. Dopo aver venduto tutti e cinque i pezzi originali di vetture Ferrari F1, adesso il Cavallino Rampante sembrerebbe pronto a smantellare l'intera scuderia pur di accontentare i collezionisti più affezionati, che dalle 15 di oggi fino alla stessa ora del prossimo 26 luglio potranno combattere a colpi di rialzo per aggiudicarsi i piccoli componenti delle auto da Formula1.

Ad entrare nelle case dei vincitori saranno questa volta alcune delle parti meccaniche delle vetture Ferrari che hanno una storia da raccontare. Prendiamo ad esempio il Giunto differenziale della F2003-GA World Champion. Questo componente ha fatto da testimone a ben due occasioni che gli appassionati di F1 non avranno di certo dimenticato. Questo piccolo pezzetto d'acciaio era infatti stato installato nella scatola cambio che prima era a bordo della monoposto di Barrichello nel GP d'Australia e che poi fu montato su quella di Michael Schumacher in Brasile, proprio quando il pilota fu coinvolto in un incidente di gara che danneggiò perfino questo stesso Giunto Differenziale.

Storia niente male anche quella della Corona Coppia Conica della Ferrari F2002 World Champion. Era infatti proprio questa la Corona montata sulla Ferrari che aggiudicandosi nel 2002 ben 15 vittorie su 17 gare disputate ha fatto conquistare alla Scuderia Ferrari la vittoria 4° Mondiale Costruttori e al pilota tedesco il 5° titolo Mondiale Piloti. L'oggetto in questione, prodotto in una serie limitata a 10-15 esemplari, è adesso disponibile on-line ad un prezzo base che si aggira attorno ai 1.000 Euro e, come gli altri pezzi dell'asta, si presenta su base trasparente di plexiglas con targhetta metallica ed è custodito in una confezione di cartone rosso presonalizzata dal logo del Cavallino. A provarne l'autenticità, un certificato originale della Casa firmato dall'Amministratore Delegato Jean Todt.

Gli altri 5 pezzi in vendita sono il Tamburo selettore marce della Ferrari F300 del 1998, l'Ingranaggio rinvio della Ferrari F1-91 del 1991, l'Albero Primario e quello Secondario della Ferrari F2001 World Champion, l'Albero Terziario della ferrari F2003-GA World Champion ed il Giunto Differenziale della F2003-Ga World Champion. Fare un'offerta per aggiudicarsi l'acciaio lavorato a Maranello è molto facile, basta cliccare sulla voce "MyFerrariStore" che domina in alto al centro della pagina web del FerrariStore.com e loggarsi. Un po' meno a portata di mano è invece il piatto dell'offerta. Per vincere, dovete essere pronti a pagare cifre superiori agli 800 Euro...

Autore:

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1 , aste


Top