dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 luglio 2007

GM compra il 50% di VM Motori

Il Gruppo di Detroit e l'azienda italiana uniti sotto il nome del Diesel

GM compra il 50% di VM Motori
Galleria fotografica - VM partner di GMGalleria fotografica - VM partner di GM
  • VM partner di GM - anteprima 1
  • VM partner di GM - anteprima 2
  • VM partner di GM - anteprima 3

L'acquisizione da parte di General Motors Corp. del 50% delle azioni di VM Motori S.p.a. (l'azienda che progetta e produce motori diesel con sede a Cento, in provincia di Ferrara) è ormai una pratica archiviata sul tavolo delle trattative. L'accordo di fatto è stato raggiunto e la creazione di una joint-venture tra GM e Penske Corporation sta per diventare realtà. La scelta di GM di investire in questo progetto viene dunque a saldare la relazione già esistente tra il Gruppo automobilistico e la VM Motori, oltre che rafforzare le competenze del Gruppo stesso all'interno di GM Powertrain Europe ed il legame con Isuzu.

Il vice Presidente del gruppo, GM Global Powertrain and Quality, Tom Stephens, ha commentato l'acquisto affermando che "i motori diesel hanno un ruolo molto importante nella strategia globale per i propulsori tecnologicamente avanzati di GM". Da qui sembrerebbe una conseguenza logica il fatto che la General Motors faccia "leva sulle competenze e risorse interne e sugli accordi con partners tecnologicamente avanzati per garantire lo sviluppo dei migliori motori del mondo".

Dall'altro lato della barricata, "VM guarda con deciso interesse al nuovo assetto societario - come ha detto l'Ad e vice Presidente Vilmo Ferioli - Questa joint-venture aggiunge ulteriore esperienza a quella, già importante, apportata alla VM dal gruppo Penske, a partire dal 1995. L'ingresso come azionista di una realtà come GM, primo costruttore mondiale nel settore automotive, ci consentirà di acquisire nuove metodologie e di progredire ulteriormente nell'innovazione tecnologica".

A questo proposito va ricordato che "il rapporto tra VM e Gm - come ha ricordato Ferioli - prosegue ormai da dieci anni: dall'accordo di fornitura di motori destinati all'Opel Frontera. Questa collaborazione è andata consolidandosi nel tempo attraverso un trasferimento di tecnologia con GM Daewoo Corea sino ad arrivare alla partnership che ha portato allo sviluppo del nuovo propulsore V-6, 2,9 Litri, sviluppato in collaborazione con GM". In occasione dell'ultimo Motor Show di Ginevra infatti il Gruppo di Detroit aveva a annunciato proprio questo progetto, relativo allo sviluppo con VM Motori di un nuovo propulsore turbo diesel da 2,9 litri V-6 il cui lancio sulla Cadillac CTS è previsto in Europa nel 2009.

Questo nuovo motore, il cui progetto, sviluppo e test sono dunque nelle mani di VM Motors verrà assemblato nello stabilimento di Cento (Ferrara), mentre la GM Powertrain Europe si dedicherà allo sviluppo della prima applicazione industriale di un processo pulito di combustione definito "controllo della combustione in closed loop", alle apparecchiature per il controllo elettronico del motore e del trattamento dei gas di scarico, nonchè alla calibrazione e integrazione nei veicoli GM.

Autore:

Tag: Mercato


Top