Mercato

pubblicato il 1 ottobre 2015

Mercato auto, autunno in netta ripresa

La crescita a doppia cifra è anche da attribuire agli acquisti dei privati. Bene tutti i brand, tranne poche eccezioni

Mercato auto, autunno in netta ripresa

Settembre si è chiuso positivamente per il mercato dell’auto in Italia. Dopo il rallentamento registrato in estate, si è tornati a viaggiare oltre i 10 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (un periodo che comunque bisogna ricordare come ancora particolarmente critico). Le vetture immatricolate il mese scorso sono state 130.071 ovvero il 17,15% in più. Nel cumulato dei primi nove mesi la crescita si attesta così a quota +15,3%, grazie alle 1.196.270 unità immatricolate, rispetto alle 1.037.388 del gennaio-settembre dello scorso anno. Il recupero, dicono gli analisti, è da attribuire alla migliorata situazione economica ed in particolare alla ripresa della domanda privata. Tutti i grandi gruppi hanno archiviato settembre in positivo, con l’eccezione di pochi marchi; tra cui gli italiani Ferrari e Lancia.

Domanda privata in ascesa

Il mese scorso le vendite alle società hanno diminuito la propria quota di 4 punti percentuali, portandosi al 18,5%, mentre i privati hanno evidenziato una forte crescita (+24,6%), raggiungendo in settembre il 67,1% del totale. Anche il noleggio è cresciuto (+17,6%), soprattutto grazie al +28,9% del lungo termine (-21,2% del breve termine). Le vetture più richieste sono state quelle a benzina, diesel e quelle con motorizzazione ibrida, mentre ristagnano, flettendo a doppia cifra, il GPL ed il metano, rispettivamente al 6,8% (-3 p.p.) e al 4,4% (-2,4 p.p.) del totale mese. Da questo punto di vista sarà interessante vedere, alla fine di ottobre, come il Dieselgate influenzerà le immatricolazioni in Italia. E’ probabile una recessione del diesel, non tanto per dei reali “problemi” ma per una certa diffidenza da parte della clientela, magari poco o male informata sulla vicenda che riguarda le emissioni di CO2.

Un altro passo indietro per Ferrari

Tra le auto di lusso immatricolate in Italia a settembre spicca quel -13,33% di Ferrari, l’unico brand della categoria ad essere in rosso (e per il secondo mese consecutivo). Anche Lancia ha fatto un passo indietro, probabilmente dovuto alla presentazione della nuova Ypsilon, che ci si aspetta faccia risalire il dato nei prossimi mesi (visto che resta una delle auto più richieste nel nostro Paese). Allo stesso tempo, DS - alle prese con una delicata separazione da Citroen - stenta a decollare ed archivia un altro segno meno, stavolta del 30,56%. Chiude in negativo anche Land Rover, che comunque, grazie a quel +254% circa di Jaguar, fa comunque chiudere il mese al gruppo con un +14,4%. Di seguito la tabella completa.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  •  - Salone di Parigi 2016 -
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 38
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 44
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top