dalla Home

Home » Argomenti » Auto e Salute

pubblicato il 2 ottobre 2015

In viaggio al tramonto: difendetevi dalla luce

Mentre il sole cala, i raggi negli occhi possono giocare brutti scherzi

In viaggio al tramonto: difendetevi dalla luce

L’argomento di questo “Da sapere” non è la salute, ma gli spostamenti in auto confortevoli e sicuri, e proprio per questo vedete inserito l’articolo nella categoria “Viaggiare”. Il protagonista è il tramonto: l’abbagliamento causato da un sole basso non è inferiore o a una luce intensa che si riflette sull’autostrada, o in montagna, sulla neve, sulle pozzanghere, oppure sul cofano dell’auto. Esiste qualche accorgimento per far diminuire il problema.

A vostra scelta

1# Lenti scure. In auto, chi indossa gli occhiali da sole esclusivamente d’estate, commette un grave errore: vanno utilizzati ogni volta che la luce naturale può comportare un problema. Anche al tramonto, coi raggi bassi che puntano la faccia. Perché, al di là della vista, la luce forte stanca, e ci si sente più stressati al volante.

2# Dall’esperto. Quali occhiali da sole comprare? Sarà il vostro rivenditore di fiducia a indicarvi le lenti giuste, che contemperino due esigenze: la necessità di una visione limpida in generale; e quella di farvi scorgere i dettagli, pure la nostra “stella” che cala laggiù in fondo.

3# Prima possibilità. Le lenti con tinta fissa non cambiano in base alle dalle condizioni di luce ambientale. Sempre con la stessa densità e oscurità, sono adatte soprattutto a chi sa di dover guidare l’auto in determinate condizioni ambientali.

4# Lenti trattate. Se si passa dal sole di mezzogiorno a quello del tramonto, forse sono più adatte. Si evitano fastidiosissimi riflessi, un po’ in tutte le situazioni meteorologiche, tramonto incluso.

5# Questione fari. Nei centri abitati, per legge, bisogna accendere le luci da 30 minuti dopo il tramonto a 30 minuti prima dell'alba (oppure in casi di scarsa visibilità dovuta a pioggia, nebbia, neve): ricordatelo per farvi vedere dagli altri guidatori. Fuori città, il problema non si pone: abbaglianti sempre accesi.

6# Punti ciechi. Se potete, evitate di rimanere in zone in cui il guidatore di fronte a voi non può vedervi. Il caso classico è quando il sole tramonta dietro di voi, coi raggi bassi che puntano la faccia del conducente di fronte. Allora, guidate in modo difensivo, presumendo che quell’automobilista non possa vedervi. Accelerando o rallentato nella massima sicurezza.

Ma è anche alleato

Il tramonto può anche esservi d’aiuto. Lo fa quando vi consente di scovare il “ghiaccio nero”, detto così perché pericolosamente simile all’asfalto: un sottile strato di ghiaccio che si forma sulla strada. Di che si tratta? È la neve che si solidifica di nuovo, dopo essersi leggermente sciolta. In condizioni di luce normale, il “ghiaccio nero” si mimetizza nella carreggiata e senza formare bolle, ma col tramonto è più facile scovarlo: la luce bassa consente di individuarlo con meno difficoltà, perché il “nemico” è più definito, ai nostri occhi, rispetto ad altri momenti della giornata.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , viaggiare


Top