dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 30 settembre 2015

Auto aziendali, con la scatola nera ci sarebbero meno incidenti

Da un sondaggio emerge che 35 guidatori su 100 farebbero più attenzione alla guida

Auto aziendali, con la scatola nera ci sarebbero meno incidenti

Scatola nera protagonista delle ultime ore. Anzitutto, per quanto attiene alle vetture aziendali (auto a noleggio a lungo termine, per uno o più anni), una ricerca a livello mondiale di LeasePlan, che solo in Italia gestisce una flotta di oltre 110.000 veicoli su strada, ribadisce quanto era già noto: la black box accresce la sicurezza stradale. Infatti, su 100 guidatori, 35 cambierebbero le loro abitudini alla guida se sulla propria auto fosse installata una scatola nera.

Un progetto pilota

Al di là delle riposte ai quesiti a livello globale, LeasePlan Italia già dal 2013 aveva avviato un progetto pilota che prevedeva l’installazione di 16.000 scatole nere sulla flotta di un cliente, comprovando che la telematica porta a un netto miglioramento nella gestione dei rischi e della sicurezza dei driver. D’altronde, l’Italia è il Paese dei record in quanto a diffusione di black box sul pianeta . Dopodiché, il discorso si può allargare includendo servizi quali il pulsante d’emergenza, il recupero dei veicoli rubati, il controllo dei consumi e delle percorrenze: tutto nell’ottica del risparmio per le aziende che prendono le auto a noleggio a lungo termine. Altri vantaggi sono connessi alla funzionalità di diagnostica, con la possibilità di procedere alle attività di manutenzione in funzione dei reali bisogni del veicolo.

Dati Ivass

In parallelo, l’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) ha appena reso noto che, in Italia, la diffusione della scatola nera nel mercato (parliamo di tutte le macchine) è stata caratterizzata da un andamento tendenzialmente crescente: si passa dal 10,7% dei contratti Rca con black box stipulati a ottobre 2013, al 13,8% di giugno 2015. Esiste un’ampia variabilità geografica: solo il 4,4% dei contratti stipulati in Trentino-Alto Adige durante il secondo trimestre del 2015 include clausole di riduzione del premio legate alla scatola nera; in Campania, si schizza addirittura 31,1%. Il motivo? Semplice: per avere sconti, serve la black box, specie lì dove ci sono molti incidenti e dove le truffe sono numerose, come in Campania.

Autore: Giovanni Notaro

Tag: Attualità , assicurazioni , incidenti


Top