Attualità

pubblicato il 29 settembre 2015

Dossier Dieselgate, lo scandalo dopo il caso Volkswagen

Dieselgate, Volkswagen incontra la Commissione europea

Stasera il meeting per chiarire responsabilità e azioni dell'Europa e dei singoli Paesi membri

Dieselgate, Volkswagen incontra la Commissione europea
Galleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandaloGalleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandalo
  • Volkswagen Passat Variant 2010 - anteprima 1
  • Volkswagen Golf VI - anteprima 2
  • Martin Winterkorn    - anteprima 3
  • Matthias Muller	   - anteprima 4
  • Motore Volkswagen TDI - anteprima 5
  • Motore Volkswagen TDI   - anteprima 6

Questa sera il presidente del Consiglio di Amministrazione del marchio Volkswagen, Herbert Diess, si incontra con Elzbieta Bienkowska, Commissario europeo per il mercato interno, l'industria, l'imprenditoria e le piccole e medie imprese per discutere del Dieselgate, lo scandalo globale che ha travolto milioni di vetture del gruppo tedesco motorizzate con il 2.0 TDI. Il coloquio fra i vertici Volkswagen e la Commissione europea ha lo scopo di chiarire e definire meglio le responsabilità della stessa commissione e dei 28 Paesi membri, come ha anche confermato il portavoce europeo Ricardo Cardoso.

L'Europa vuole fare chiarezza

Insomma, l'Europa vuole vederci chiaro e capire meglio i contorni della vicenda, prima di arrivare alla scadenza del 7 ottobre 2015 fissata dal ministero dei trasporti tedesco per avere chiarimenti in merito e prima che la stessa Volkswagen faccia partire gli 11 milioni di richiami e "retrofit" software preannunciati da Automotive News come prima decisione del nuovo CEO Matthias Mueller. Cardoso ha aggiunto che la Commissione intende chiarire "se ci sono gli estremi per comminare multe o revocare le omologazioni delle vetture".

"I singoli Stati membri devono indagare e riferire"

Lo stesso spinoso tema dell'aggiramento delle regole europee sui controlli delle emissioni auto sarà all'ordine del giorno dell'altro importante appuntamento fissato per il prossimo giovedì 1 ottobre a Lussemburgo, l'incontro fra i ministri europei dell'industria. La posizione ufficiale della Commissione europea in merito al Dieselgate Volkswagen è stata ribadita dallo stesso portavoce che dice: "Abbiamo già invitato gli stati membri ad avviare le necessarie indagini a livello nazionale e a riportare i risultati alla Commissione. Si tratta di un obbligo per i singoli Paesi che ci aspettiamo venga rispettato rigorosamente e che non può lasciare spazio a frodi".

Autore:

Tag: Attualità , inquinamento


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 57
  •  - Salone di Parigi 2016 -
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top