dalla Home

Attualità

pubblicato il 25 settembre 2015

Dossier Dieselgate, lo scandalo dopo il caso Volkswagen

Matthias Mueller è il nuovo CEO Volkswagen: "Saremo più forti di prima"

Ora bisogna riportare la fiducia in alto. Cambiate anche le poltrone di altri uomini chiave

Matthias Mueller è il nuovo CEO Volkswagen: "Saremo più forti di prima"
Galleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandaloGalleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandalo
  • Volkswagen Passat Variant 2010 - anteprima 1
  • Volkswagen Golf VI - anteprima 2
  • Martin Winterkorn    - anteprima 3
  • Matthias Muller	   - anteprima 4
  • Volkswagen, i protagonisti dello scandalo - anteprima 5
  • Motore Volkswagen TDI   - anteprima 6

Matthias Muller è il nuovo volto del Gruppo Volkswagen. Le indiscrezioni che lo volevano come sostituto dell’AD Martin Winterkorn (che ha lasciato l’azienda con una pensione da 28,6 milioni di euro) sono state confermate: il consiglio di amministrazione del Gruppo tedesco lo ha nominato amministratore delegato. Non si tratta ovviamente di un uomo nuovo, ma di un manager già agli alti livelli interni all’azienda ovvero dell’amministratore delegato di Porsche (una carica che per il momento manterrà). E la sua poltrona non è l’unica ad essere stata cambiata. L’italiano Luca de Meo, ad esempio, è passato dalla carica di Vice presidente esecutivo per le vendite ed il Marketing di Audi AG a quella di presidente del Comitato esecutivo di Seat, sostituendo Jurgen Stackmann, che passa alla marca Volkswagen con l’incarico di Vicepresidente Vendite, Marketing e After Sales.

Perché è stato scelto Muller

Matthias Muller è stata ritenuta la persona adatta a ricoprire il ruolo di amministratore delegato del Gruppo Volkswagen “per la sua intraprendenza negli affari” unita ad un’ottima capacità di gestire lo staff, ha spiegato Berthold Huber, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Volkswagen AG. “Conosce bene il Gruppo ed i suoi brand e può facilmente, più di altri, traghettare l'azienda in una nuova era”, ha aggiunto Huber, sottolineando di apprezzare molto anche le doti di “critica” che Muller possiede. Bernd Osterloh, capo dei consigli di fabbrica del gruppo e portavoce dei lavoratori nel Consiglio di sorveglianza, ha invece sottolineato la “determinazione” di Muller e la sua “capacità di prendere decisioni importanti”. Inoltre, assicura Osterloh, Muller non è un uomo a cui piace lavorare per mettersi in mostra, ma è un manager che predilige “il lavoro di squadra. E questo è ciò di cui Volkswagen ha bisogno adesso”.

La prima sfida di Muller: conquistare la fiducia

Prendere il posto di Martin Winterkorn in questo momento è un compito molto delicato, che in mette in gioco la stessa carriera di Matthias Muller. Lo scandalo Volkswagen, che la stampa internazionale ha battezzato "Dieselgate", ha proporzioni enormi, davvero storiche per il settore auto. I consumatori si sentono “traditi”, per questo la prima grande sfida di Muller “sarà riconquistare la fiducia” e non solo dei clienti o dei potenziali tali, ma del mondo intero. A guardare ci sono le Istituzioni (il Dieselgate è monitorato dai governi di Stati Uniti, Germania, Italia… fino ad arrivare all’Asia, Corea del Sud in primis) e tutta l’industria dell’auto (concorrenti, indotto e chiunque lavori nel settore). “Lavorerò con la massima trasparenza - ha detto Muller -. Sotto la mia guida Volkswagen farà tutto il possibile per rispondere agli standard richiesti. Non appena archivieremo questa vicenda, il Gruppo Volkswagen tornerà in campo con tutta la sua forza innovativa e la potenza dei suoi brand. Siamo una squadra motivata ed usciremo da questa crisi più forti di prima”.

I campi di poltrona interni al Gruppo

Dal primo novembre 2015 Luca De Meo sostituirà Jurgen Stackmann, che assumerà il ruolo di Vicepresidente Vendite, Marketing e After Sales del marchio Volkswagen (solo per le auto). Il Gruppo ha anche deciso di riorganizzare le proprie attività nel Nord-americana (Stati Uniti, Canada e Messico) affidandone la supervisione a Winfried Vahland, attuale Presidente del comitato direttivo di Skoda che dal primo novembre lascerà la carica a Bernhard Maier (ora membro del Consiglio di Amministrazione e Responsabile Vendite e Marketing di Porsche AG). Michael Horn è stato comunque confermato Presidente e CEO di Volkswagen Group of America.

Autore:

Tag: Attualità , dall'estero


Top