dalla Home

Curiosità

pubblicato il 23 settembre 2015

BMW, l'ad Krueger torna al lavoro

Dopo una settimana di convalescenza il numero uno dell'Elica si è ripreso dallo svenimento di Francoforte

BMW, l'ad Krueger torna al lavoro

Ha avuto bisogno di quasi una settimana intera di convalescenza per tornare in forma e riprendersi dal malore che lo ha colpito sul palco dello stand BMW del Salone di Francoforte. Ma ora il CEO del BMW Group, Harald Krueger, è tornato sul ponte di comando e lavora a pieno ritmo. Lo ha reso noto la stessa Casa tedesca, tramite uno dei suoi portavoce, il quale ha anche specificato che si è trattato semplicemente di un capogiro, probabilmente dettato dall'emozione. In effetti, per Krueger si trattava della prima apparizione in pubblico come "big boss" dell'Elica, peraltro nel Salone di casa e dentro a un padiglione che sembra più una cattedrale.

Forse il brulicare di giornalisti e addetti ai lavori e il bagliore dei flash lo aveva un po' stordito, fatto sta che Krueger era rovinato al suolo nel bel mezzo della presentazione della nuova Serie 7. La pressione a cui il 49enne Krueger è stato sottoposto nei primi quattro mesi del suo "regno" sarà stata certamente altissima. Come successore di Norbert Reithofer, infatti, si è dovuto subito immergere nelle faccende tanto di BMW, quanto di Mini ed è entrato in carica in un momento di grande fermento per l'azienda, dovendo anche gestire la morte di Johanna Quandt, una delle ereditiere del Gruppo BMW. Ad ogni modo, questa vicenda ha colpito molto l'opinione pubblica tedesca, facendo nascere dei dibattiti sul carico di lavoro a cui sono sottoposti i top manager delle grandi multinazionali. Evidentemente, il potere logora anche chi ce l'ha...

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Bmw , francoforte , VIP


Top