dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 23 settembre 2015

Incidente auto, cosa succede se la colpa è a metà

Quali conseguenze se rimanete coinvolti in un sinistro, di cui siete responsabili al 50%

Incidente auto, cosa succede se la colpa è a metà

Dimenticate il classico tamponamento: venite urtati da dietro, mentre siete fermi al semaforo, e quindi sulla colpa dell'incidente non c'è nessun dubbio, è di chi arrivava da dietro. Voi avrete il risarcimento Rc auto al 100%. Qui invece trattiamo un argomento un po' più complesso: un sinistro con responsabilità al 50% fra i due guidatori, una situazione che tecnicamente viene definita "concorso di colpa paritario". Proprio per questo, è utile qualche dritta, così da ottenere il rimborso velocemente.

Cosa dovete ricordare

1# I casi più frequenti. Anzitutto, è prezioso quando c'è la colpa a metà: un incidente fra due veicoli che marciano su due file diverse e si urtano lateralmente senza segnalare il cambiamento di fila; oppure un frontale tra due auto, che circolano in senso opposto sull'asse mediano della carreggiata o al di là di questo.

2# Più di rado. Ed ecco un caso meno frequente: un sinistro con un'auto che ha la precedenza a destra e si trova su una strada a doppio senso occupando l'asse mediano della carreggiata o la sorpassa, mentre la seconda auto si trova sulla propria corsia di marcia. Se l'asse mediano non è una linea continua, la responsabilità è al 25% della prima auto, al 75% la seconda. Se invece la linea è continua, la colpa è al 50%.

3# Metà dei danni. Se è riconosciuto il concorso di colpa, ciascuno dei conducenti sarà obbligato a risarcire (tramite la propria assicurazione) la metà dei danni subiti dall'altro.
Occhio: l'entità dei danni subiti dai veicoli non ha nessun peso. Conta la colpa (il comportamento errato dei guidatori), non il danno.

4# Serve la prova. Lo dice l'articolo 2054 del Codice civile: c'è la presunzione della colpa di pari entità tra i conducenti, fino a prova contraria. Se non è possibile dimostrare di essere sollevato da ogni responsabilità, si attua il concorso di colpa.

5# Niente aumento. In base alla legge Bersani numero 40 del 2007, in caso di primo incidente con colpa al 50%, la compagnia non aumenta il malus: la classe di merito dell'assicurato non peggiora. Quindi, niente aumento della tariffa Rc auto alla fine dell'annualità.

6# Tutto in memoria. L'assicurazione annota l'incidente con colpa al 50% sull'attestato di rischio. Se fate altri sinistri, con la colpa complessiva che supera il 51%, sarà inevitabile un aumento della Rc auto: scatta il malus.

Così siete "liberi"

Volete essere completamente esonerati dalla responsabilità di un incidente? Dovete accertare l'esclusività della colpa dell'altro conducente. E dimostrare di avere osservato tutte le norme di circolazione: siete "liberi" da colpe se provate di avere seguito tutte le norme previste dal Codice della strada. Ecco pertanto un motivo in più per guidare con la massima prudenza: tutelate la sicurezza stradale e l'incolumità delle persone; proteggete auto, portafoglio e patente; non vi esponete al malus assicurativo, che si traduce in batoste terribili.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni , incidenti


Top