dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 10 luglio 2007

smart micro hybrid drive

La city-car per eccellenza ora ha lo start/stop automatico!

smart micro hybrid drive
Galleria fotografica - smart mhdGalleria fotografica - smart mhd
  • smart mhd - anteprima 1
  • smart mhd - anteprima 2
  • smart mhd - anteprima 3
  • smart mhd - anteprima 4

Meno inquinamento per l'ambiente e meno spesa dal benzinaio per l'automobilista, questi sono i due obiettivi della smart micro hybrid drive, ovvero la versione particolarmente economica da 52 kW di smart con funzione di start/stop automatico che uscirà dalla catena di montaggio di Hambach per essere lanciata sul mercato il prossimo autunno.

L'elemento che contraddistingue la nuova smart micro hybrid drive (che sarà disponibile dalla fine di quest'anno, in versione coupé e cabrio e nei tre diversi allestimenti: pure, pulse e passion) è lo speciale alternatore-starter azionato a cinghia che svolge contemporaneamente le funzioni di motore di avviamento e dinamo. Questo sistema, sviluppato da smart in collaborazione con Valeo GmbH e Gates Corporation, fa in modo che non appena il guidatore rilascia il pedale del freno in una frazione di secondo il motore a combustione interna si riavvia rinunciando al "tradizionale" avviamento che agisce sul volano dell'albero motore.

Questo "escamotage", insieme a dei rapporti di trasmissione leggermente modificati, riduce il consumo di circa 0,4 litri per 100 chilometri (da 4,7 litri a 4,3 litri circa). Inoltre, in base alla situazione del traffico, si può anche arrivare ad un risparmio di carburante del 13%, con una corrispondente riduzione delle emissioni di CO2, che scendono da 112 grammi a circa 103 grammi per chilometro.

La regia delle attività del sistema è stata affidata ad un'unità di comando separata con centralina elettronica integrata, installata sotto l'alloggiamento della batteria. La comunicazione tra questa centralina e le altre presenti a bordo del veicolo dipende invece da un bus di trasmissione dati CAN.

Guardandola più da vicino, la centralina elettronica dell'alternatore-starter azionato a cinghia spegne il motore a combustione interna nelle fasi di esercizio al minimo, come può succedere ad esempio fermandosi davanti ad un semaforo rosso, agli incroci ed in coda. Non appena il guidatore preme il pedale del freno facendo intuire alla vettura la propria intenzione di fermarsi, il sistema elettronico (alle velocità inferiori a 8 km/h) spegne il motore. Per ripartire, basta rilasciare il pedale del freno, la risposta del mezzo promette di essere immediata. Se tutto ciò non dovesse essere di vostro gradimento, non c'è nessun problema, perché la funzione di start/stop può essere disattivata (fino al successivo avviamento del veicolo) semplicemente premendo un pulsante sulla consolle centrale.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Anticipazioni , Smart


Top