dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 18 settembre 2015

Porsche Panamera, la nuova ce la immaginiamo così

Linea più snella, ma tipicamente Porsche. E molto avanzata tecnologicamente

Porsche Panamera, la nuova ce la immaginiamo così
Galleria fotografica - Nuova Porsche Panamera, il renderingGalleria fotografica - Nuova Porsche Panamera, il rendering
  • Nuova Porsche Panamera, il rendering - anteprima 1
  • Nuova Porsche Panamera, il rendering - anteprima 2
  • Nuova Porsche Panamera, il rendering - anteprima 3
  • Nuova Porsche Panamera, il rendering - anteprima 4
  • Nuova Porsche Panamera, il rendering - anteprima 5
  • Nuova Porsche Panamera, il rendering - anteprima 6

Banale no: anche i più accaniti detrattori della Panamera non l'hanno mai accusata di essere uguale alle altre ammiraglie tedesche. Il desiderio dei designer Porsche di mantenere tutti gli elementi stilistici dell'iconica 911, seppure su scala ingrandita, sono evidenti da ogni prospettiva: nella forma del muso e dei fari anteriori, nel lunotto che sfuma sulla coda e, soprattutto, nell'allargamento della carrozzeria nella zona dei passaruota posteriori. Detto questo e premesso che è "vietato" dire "bella" o "brutta", di una donna come di un'automobile, la Panamera non è mai stata in grado di conquistare tutti. Questione di proporzioni, di una certa pesantezza della linea, forse.

Inconfondibilmente Porsche

Di sicuro la nuova generazione conserverà i punti forti del vecchio modello - su tutti, l'identità di marca - snellendosi però parecchio: non nelle dimensioni, ma nella percezione visiva. Questa almeno è la direzione nella quale, secondo noi e sulla base di quanto trapelato, hanno lavorato i designer Porsche. A rendere più compatta e slanciata la vettura provvedono soprattutto un terzo montante più "scavato" nella parte inferiore e che dà origine a un accenno di terzo volume; sulla Panamera attuale, montante, passaruota e coda sono invece un tutt'uno piuttosto massiccio. Ancora, la Panamera II avrà quasi certamente sbalzi ridotti, per merito anche del nuovo pianale MSB, che ha permesso di allungare la distanza fra asse anteriore e posteriore.

Più leggera ed efficiente, super-tecnologica

A proposito di meccanica, i materiali leggeri e differenziati (vengono utilizzati acciai di qualità diversa in base alle esigenze strutturali, oltre ad alluminio e magnesio) consentono di non superare i 1.800 - 1.900 kg, senza per questo inficiare la resistenza agli urti e alla torsione. L'eccellenza tecnologica non esclude però una grande attenzione per il contenimento dei costi: il nuovo pianale - predisposto per il motore anteriore longitudinale e la trazione posteriore o integrale - verrà utilizzato anche per la prossima generazione di Bentley Continental GT e Flying Spur; senza contare che l'MSB potrebbe dare vita anche a una variante shooting brake della Panamera o a un'erede (ideale) della mitica 928. E' il caso di ripeterlo: siamo nel campo delle ipotesi.

Motori V6, V8, V6 turbodiesel e ibridi plug-in

I motori? Sotto il cofano pulserà una famiglia di nuovi propulsori a benzina V6 e V8, ovviamente più potenti ed efficienti, a cui si affiancheranno il V6 turbodiesel e una nuova variante ibrida plug-in. Dotata di un pacco batterie più potente e integrato nella scocca dell'auto, offrirà la stessa abitabilità delle versioni normali e un'autonomia più lunga - in modalità elettrica - rispetto alla generazione attuale. Infine, il cambio: in questo ambito non dovrebbero esserci sorprese, con il doppia frizione PDK che verrà sicuramente confermato seppure, presumibilmente, aggiornato.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Anticipazioni , Porsche , auto europee , rendering


Top