dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 settembre 2015

FCA: accordo fra Marchionne e i sindacati americani

Raggiunta l'intesa con UAW per il nuovo contratto di lavoro che potrebbe essere proposto anche a Ford e GM

FCA: accordo fra Marchionne e i sindacati americani

Sergio Marchionne non è andato al Salone di Francoforte, ma l'essersi sottratto ai riflettori, ai microfoni e ai flash degli stand dello IAA 2015 ha fruttato al manager italo canadese un accordo siglato fra FCA e il sindacato americano UAW per il rinnovo del contratto di lavoro per i prossimi quattro anni. L'intesa annunciata da Marchionne e dal presidente del sindacato USA dei lavoratori dell'automobile, Dennis Williams, è stato raggiunto dopo quasi due settimane di trattative e riguarda i 40.000 iscritti al sindacato United Automobile Workers. Una volta approvato, il nuovo contratto di lavoro FCA potrebbe diventare per UAW un modello da utilizzare nei prossimi negoziati con Ford e General Motors.

L'ultima parola spetta però ai lavoratori UAW che dovranno votare sì o no all'accordo raggiunto con FCA e dimostrare quindi se le loro richieste sono state ascoltate. Il punto chiave della trattativa fra Marchionne e i sindacati nordamericani è stati l'abolizione del regime della doppia paga, ovvero la disparità di stipendio fra i neo assunti che guadagnano in media 19,28 dollari l'ora e i lavoratori più anziani che invece arrivano a 28 dollari l'ora. L'altra questione discussa durante i negoziati riguarda l'aumento del potere d'acquisto delle retribuzioni e un piano di interventi per affrontare gli aumenti delle spese sanitarie.

Autore:

Tag: Attualità , detroit , dall'estero , VIP


Top