Test

pubblicato il 12 settembre 2015

Dossier #perchécomprarla

Mercedes Classe A (2015), perché comprarla... e perché no [VIDEO]

La tedesca si rifà il look: frontale, gruppi ottici e contenuti tecnologici nuovi

Galleria fotografica - Mercedes Classe A restyling 2015Galleria fotografica - Mercedes Classe A restyling 2015
  • Mercedes Classe A restyling 2015 - anteprima 1
  • Mercedes Classe A restyling 2015 - anteprima 2
  • Mercedes Classe A restyling 2015 - anteprima 3
  • Mercedes Classe A restyling 2015 - anteprima 4
  • Mercedes Classe A restyling 2015 - anteprima 5
  • Mercedes Classe A restyling 2015 - anteprima 6

Tre/quattro anni. Il ciclo di vita medio di una generazione di auto e se la matematica non è un’opinione, ne sono passati proprio tre dall’arrivo della nuova Classe A che aveva lasciato orfana una certa clientela, affezionata all’impostazione da utilitaria compatta del modello precedente. Con il restyling, Mercedes non cambia strada e punta a confermarne il successo rimettendo mano alle linee e agli equipaggiamenti della sua Classe A per aggiornarla con le ultime novità del mercato. Vediamole quindi tutte in questo #perchecomprarla.

Pregi e difetti?

L’estetica presenta alcuni ritocchi come il muso che è più “appuntito” e la calandra ridisegnata con una trama ad effetto 3D. Il posteriore è bello compatto e senza troppi fronzoli: sia il tetto che il paraurti convergono idealmente verso il lunotto. I gruppi ottici sono stati ridisegnati e i tubi di scarico ora sono inglobati nel paraurti per darle un’aria sportiva ma anche pulita ed elegante. In più su questo esemplare c’è il pacchetto estetico AMG che include i cerchi marchiati e altri dettagli qua e là. All’interno lo spazio è suffficiente per poter pensare a qualche viaggietto, peccato per il bagagliaio che ha una capienza di 341 litri e si piazza poco sotto le sue dirette concorrenti. La qualità dell’abitacolo è molto buona, sulla scia dei miglioramenti delle ultime Mercedes, e la sensazione di hi-tech è aumentata dallo schermo in “stile tablet” che sovrasta la plancia. Lo schermo da 8” è l’interfaccia del Comand Online (circa 2.000 euro di optional), ossia il sistema multimediale che ha la funzione navigazione, telefono, audio, video e in questo caso anche Internet, che sfrutta la rete dati del vostro smartphone. Il Controller e i tasti li definirei quasi soffici al tatto perchè hanno una bella resa; La navigazione è precisa, il sistema capisce ogni indicazione senza problemi. La Classe A in città non delude, anche scegliendola con l'assetto sportivo. Lo sterzo e il cambio sono fluidi così come la risposta del motore, un 2.100 a gasolio da 136 CV. Non è un fulmine, ma quest auto non si può definire noiosa tra le curve perché lo sterzo è rapido e preciso in ingresso. In questo esemplare c’è anche il DYNAMIC SELECT con cui è possibile scegliere tra 4 programmi di guida: comfort, individual, eco e sport, che cambiano il comportamento della vettura: viene modificata curva di coppia, la taratura del cambio, dello sterzo e climatizzazione. Costa circa 100 euro maè disponibile solo sulle versioni con cambio automatico che ha una prezzo di più di 2.000 euro. Quando si viaggia in strada extraurbana o autostrada si apprezzano tantissimo il cambio automatico doppia frizione a sette marce, perchè è veloce quando glielo si chiede ma preciso nel scegliere le marce quando si vuole viaggiare tranquilli, e anche il cruise control adattivo, che è di serie su questa A 200 d. I principali difetti invece sono il già accennato bagaglio che è piccolo per la categoria, i comandi del climatizzatore sono piazzati un po’ troppo in basso e il fatto che la funzione del clima automatico bizona si debba pagare a parte; infine alcune plastiche, come quella del cassetto portaoggetti e del tunnel centrale sono poco piacevoli al tatto per un auto premium.

Qual é la versione migliore?

Sono due in base alle priorità: la A 200 d per consumi e costi di gestione bassi, oppure la A 220 d da 177 CV, se preferite prestazioni più elevate. Oppure per chi percorre pochi Km all’anno e per lo più in città, si può puntare sul benzina 1.6 da 156 CV della A 200. La scelta degli allestimenti dipende ovviamente da budget e preferenze.

Scheda Versione

Mercedes-Benz Classe A
Nome
Classe A
Anno
2012 (restyling del 2015)
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alessio Frassinetti

Tag: Test , Mercedes-Benz , auto europee


Listino Mercedes-Benz Classe A

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
160 Executive anteriore benzina 102 1.6 5 € 24.150

LISTINO

160 d Executive anteriore diesel 90 1.5 5 € 24.750

LISTINO

180 Executive anteriore benzina 122 1.6 5 € 25.370

LISTINO

180 d Executive anteriore diesel 109 1.5 5 € 25.370

LISTINO

160 Business anteriore benzina 102 1.6 5 € 26.050

LISTINO

160 Automatic Executive anteriore benzina 102 1.6 5 € 26.380

LISTINO

160 d Business anteriore diesel 90 1.5 5 € 26.650

LISTINO

160 Sport anteriore benzina 102 1.6 5 € 26.660

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 30
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 50
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 43
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top