dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 settembre 2015

Italdesign, dopo Giugiaro tocca a Walter de Silva

Il “designer capo” del gruppo Volkswagen diventa presidente Italdesign, dopo l’addio di Giorgetto

Italdesign, dopo Giugiaro tocca a Walter de Silva
Galleria fotografica - Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto GiugiaroGalleria fotografica - Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro
  • Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro - anteprima 1
  • Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro - anteprima 2
  • Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro - anteprima 3
  • Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro - anteprima 4
  • Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro - anteprima 5
  • Volkswagen Golf con Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro - anteprima 6

Dopo il ritiro dalla sua Italdesign - composto, ma che un po’ tutti interpretano come pieno di “sassolini nella scarpa” da togliere - Giorgetto Giugiaro ha un “successore”: Walter de Silva, il nuovo presidente dell’azienda di Moncalieri. Un cambio al vertice quasi naturale, visto che il responsabile del design di tutto il gruppo Volkswagen già ricopriva una figura ai vertici dell’Italdesign, collaborando e consultandosi con Giugiaro per la realizzazione di progetti e prototipi. Il timone del centro di design per molti versi più famoso al mondo passa così nelle mani di quello che è stato eletto car designer del secolo al quello che ha ricevuto il premio compasso d’oro alla carriera. L’incarico viene affidato ufficilamente a de Silva l’11 settembre 2015, in concomitanza con la nomina di amministratore delegato a Jörg Astalosch, direttore finanziario della Man (altro brand del gruppo VW).

Per lo meno simbolicamente, perché da quando Giugiaro ha fatto “entrare i tedeschi in casa” nel 2010, il potere decisionale si è spostato proprio in Germania, fino alla recente cessione da parte di Giugiaro del 9,9% delle azioni Italdesign al gruppo Volkswagen. E in un certo senso finisce così anche l’era di Ferdinand Piech, nipote di Ferdinand Porsche ed ex numero 1 del colosso di Wolfsburg, anche lui messo da parte dalla governance dell’azienda (per quanto rimanga sempre uno degli azionisti di maggioranza) dopo lo scontro con l’amministratore delegato Martin Winterkorn. Un episodio - la “caduta” di Piech - che pare aver accelerato la decisione di Giugiaro di lasciare la sua azienda, visto il rapporto di fiducia del maestro di Garessio con il grande capo tedesco, nonostante sembri che Astalosch, il nuovo ad Italdesign, sia un manager vicino a Piech. E’ stato proprio Piech a volere fortemente alla sua corte sia Giugiaro che de Silva, entrambi ammirati per la bellezza e il successo delle auto che hanno disegnato nel corso degli anni. Come l’Alfa Romeo 159 e 156, rispettivamente, solo per citare un paio di modelli che mettono direttamente a confronto le due “matite”. Ma ovviamente di modelli disegnati dai due italiani diventati mitici ce ne sono decine, come la Volkswagen Golf di cui entrambi parlano nella chiacchierata in video che vi proponiamo in fondo all’articolo (potete anche leggere l'intervista e guardare il filmato della storia di Giugiaro e del suo design).

Interviste pubblicato il 4 ottobre 2012 La nuova Golf secondo Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro

La nuova Golf secondo Walter De Silva e Giorgetto Giugiaro.

Autore:

Tag: Attualità , Italdesign Giugiaro , car design


Top