dalla Home

Attualità

pubblicato il 24 agosto 2015

Apple, continua lo "shopping" di uomini Tesla

La rivelazione grazie a un post di Jamie Carlson (ex Tesla) su Linkedin

Apple, continua lo "shopping" di uomini Tesla
Galleria fotografica - L'Apple iCar sarà così?Galleria fotografica - L'Apple iCar sarà così?
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 1
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 2
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 3
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 4
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 5
  • L\'Apple iCar sarà così? - anteprima 6

L'errore sarebbe troppo grossolano, per essere tale: pubblicare qualcosa su un social network significa (volere) sbandierarlo ai quattro venti. Ecco perché, se un ingegnere - il cui nome è Jamie Carlson - rivela ai suoi contatti di Linkedin di aver lasciato la Tesla per approdare in Apple, probabilmente dietro la decisione di comunicare pubblicamente la cosa c'è anche lo zampino dell'azienda di Cupertino. A che pro? Far parlare di sé, per esempio: un'arte nella quale in Apple non sono secondi a nessuno nel mondo.

E infatti, puntualmente, le voci intorno al progetto di auto a guida autonoma denominato Titan hanno ricominciato a rincorrersi, a maggior ragione visto che Carlson è il settimo caso di "esodo" da Tesla ad Apple e va ad aggiungersi a un reclutamento di personale che si è concretizzato anche in aziende o enti come lo Swiss Federal Institute of Technology (dipartimento sistemi autonomi), l'Università Carnegie Mellon, Ford, Volkswagen, BMW, Bosch, TRW e Delphi Automotive.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto americane , guida autonoma


Top