dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 27 giugno 2007

"Guidi veloce? Ce l’hai piccolo!"

Una campagna pubblicitaria contro i giovani pirati della strada...

"Guidi veloce? Ce l’hai piccolo!"

I Governi le stanno provando davvero tutte per sensibilizzare gli automobilisti al problema della sicurezza stradale: dall'inasprimento delle sanzioni, ai controlli stradali sempre più serrati, passando per le campagna pubblicitarie caratterizzate da "immagini choc". I risultati sono altalenanti e purtroppo mai sufficienti per risolvere una delle più grandi piaghe del nostro tempo che fa ogni anno una numero di vittime comparabile a quello di una guerra.

Questa settimana dall'Australia arriva una nuova idea di comunicazione rivolta principalmente ai giovani e che punta tutto sul ferimento della virilità maschile. Il messaggio non è mai stato così eloquente, anche se viene posto in modo indiretto: "Speeding - no one thinks big of you" ovvero "Guida veloce, nessuno pensa che qualcosa sia grande di te".
Nel filmato la pensano così due belle ragazze che rimangono deluse dalla sgommata eseguita in auto da due coetani; una vecchietta che vede ignorare da un giovane guidatore le strisce pedonali; e ancora un ragazzo che vive la guida spericolata all'interno dell'auto come passeggero...

Il Corriere.it riporta l'opinione di John Whelan - portavoce dell'agenzia che ha prodotto il filmato - secondo cui questa iniziativa sarà molto più efficace delle campagne choc del passato trasmesse dalle tv australiane che mostravano macchine distrutte e persone feriti: "i giovani di oggi non provano più orrore per queste immagini poiché ogni giorno giocando a computer e guardando la tv vedono scene molto simili". Profondo invece, secondo Whelan, sarà l'impatto che avrà questa nuova pubblicità sull'orgoglio virile dei giovani australiani: «Il gesto che si vede nella rèclame è un segno che quotidianamente i giovani usano nel loro linguaggio ed è parte integrante della nostra cultura. Secondo i nostri studi, associando la guida spericolata alle piccole dimensioni sessuali, il messaggio antivelocità produrrà effetti positivi".

E noi ce l'auguriamo sperando che anche nel nostro paese si faccia qualcosa di più creativo (ed efficace) per promuovere la sicurezza stradale.

"Guidi veloce? Ce l’hai piccolo!"

Uno spot del Gonverno australiano con i giovani pirati della strada.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top